Scritto da InfoPal   
Sabato 09 Aprile 2011 06:43
 Quattordici morti e 60 feriti in poche ore

Da due giorni gli attacchi israeliani contro la Striscia di Gaza, si sono notevolmente intensificati. Si tratta di un’escalation che secondo diversi commentatori potrebbe portare ad un’azione pesante e prolungata. Una nuova aggressione che ha già un nome: “Operation Scorching Summer” (Estate Rovente). In realtà, con il complice silenzio dell’occidente, gli attacchi sionisti contro la Striscia non si sono mai fermati. Ma i fatti delle ultime ore segnano un salto di qualità e molti pensano che si sia vicini a qualcosa di simile all’operazione “Piombo fuso” del 2008-2009. Di seguito la cronaca della giornata di ieri ripresa da InfoPal.

Attacchi aerei e di terra contro la Striscia di Gaza: 14 morti e 60 feriti in poche ore

Gaza – InfoPal, venerdì 8 aprile, ore 21. Nelle ultime 24 ore, l’aviazione e l’artiglieria israeliane hanno attaccato la Striscia di Gaza ben nove volte, causando la morte di 14 persone e il ferimento di 60 altre. 
Alle 18,30, i bombardamenti hanno colpito alcune abitazioni nel quartiere di ash-Shuja’iyah, a Gaza City, uccidendo due persone e ferendone altre 10.
Le salme e i feriti sono stati trasportati all’ospedale ash-Shifa.
Alle 17,30, la Marina da guerra israeliana ha bombardato le coste di Rafah.
Alle 16,30, un elicottero Apache ha sparato un missile su Beit Lahiya, uccidendo due membri delle brigate al-Qassam: Raed Shehada e Ahmad Abu Ghurab.
Alle 15, attacchi aerei hanno colpito dei tunnel della “sopravvivenza”, al confine tra la Striscia e l’Egitto.
Alle 14, è giunta alla nostra redazione la notizia della morte di due resistenti, uccisi da un attacco aereo israeliano alla cittadina di Khuza’a, a est di Khan Younis, nel sud della Striscia di Gaza.
Il nostro corrispondente ci ha riferito che l’aviazione israeliana ha lanciato un missile contro un gruppo di combattenti palestinesi, uccidendone due: Abdallah al-Qarra e Mu’taz Abu Jami’, di Khan Younes.
……..
Le forze d’occupazione israeliane non arrestano l’offensiva via terra contro Rafah e Khan Younes, sempre al sud della Striscia di Gaza.
Sulla strada di collegamento tra Rafah e Khan Younes ha perso la vita il 55enne, Talal Abu Taha sotto i colpi dell’artiglieria israeliana.
A Farahen, nel quartiere ‘Absan al-Kbirah, ad est di Khan Younes, l’aviazione israeliana ha bombardato l’abitazione di Ibrahim Qadih.
In questo attacco sono morti una donna e il figlio: Najah Qadih, 45 anni, e il figlio 21enne che si trovavano all’interno dell’edificio. Altre due persone sono rimaste ferite.
Il nostro corrispondente ha riferito che nello stesso episodio altri due cittadini palestinesi sono stati feriti in modo grave e attualmente sono ricoverati all’ospedale Yousef an-Najjar, ad ovest di Khan Younes. Altre fonti locali, tra cui l’agenzia palestinese “Wafa'”, parlano di tre feriti gravi.

Commenta su Facebook