Al confine fra Siria e Giordania è ormai ufficiale la presenza di forze speciali britanniche. I reparti di Sua Maestà sarebbero accorsi in aiuto già a giugno del New Syrian Army, ultimo grano della collana di gruppi “ribelli moderati”, messo in piedi con equipaggiamento e addestramento della CIA.

La milizia, finalizzata ad opporsi allo Stato Islamico e al tempo stesso all’esercito regolare siriano, sarebbe confinata nell’area desertica del sud est della Siria a ridosso del confine con Giordania e Iraq. Proprio il posto di frontiera di Al Tanf, lungo l’autostrada 2, sarebbe oggetto della contesa fra fondamentalisti del Califfato e ribelli del NSA.

Come riportato dalla BBC lunedì 8 agosto, l’intervento delle forze speciali britanniche avrebbe scongiurato alcune settimane fa la perdita del valico, strategicamente determinante per ipotizzare una futura soluzione di continuità del territorio in mano all’ISIS fra Iraq e Siria.

Le truppe inglesi sarebbero entrate dalla Giordania, in un’area priva di centri abitati per migliaia di chilometri quadrati, dove in questo momento le temperature diurne superano i 50°.

(foto: alarabiya)

di Giampiero Venturi
09/08/16

Fonte: difesaonline.it

Commenta su Facebook