Nel corso di una conferenza stampa al palazzo del governo di La Paz, il presidente della Bolivia, Evo Morales, ha deplorato la reazione del governo spagnolo alla nazionalizzazione della società aeroportuale SABSA, una filiale della società spagnola Abertis e Aena e ha riferito che, “Se non ci sono legami con la Spagna, ci saranno con i suoi movimenti sociali.”Morales ha criticato la dichiarazione rilasciata dal Ministero degli Affari Esterie della Cooperazione della Spagna, che ha sostenuto che il governo spagnolo procederà, “a malincuore” a “ripensare l’insieme delle relazioni bilaterali”.

“Non avevo sentito che ci fossero problemi con le relazioni bilaterali. Sicuramente è un loro diritto e noi lo rispetteremo. La Bolivia manterrà relazioni diplomatiche con tutto il mondo, se non possiamo averne con il governo spagnolo, avremo rapporti con i movimenti sociali in Spagna”, ha detto Morales.

Il presidente boliviano ha voluto precisare: “E’ chiaro che le autorità spagnole hanno tutto il diritto di protestare”, aggiungendo tuttavia che non si scuserà per la “rivendicazione di una società che ruba e saccheggia un paese”.
Il governo boliviano ha espropriato il 18 febbraio la società aeroportuale SABSA, filiale dei gruppi spagnoli Abertis e AENA che sfruttavano i tre principali aeroporti del paese.

Ecco come la televisione spagnola pubblica RTVE ha riferito fatti

  

Translated by  Alba Canelli


Courtesy of Tlaxcala
Source: http://www.vermelho.org.br/noticia.php?id_noticia=206304&id_secao=7
Publication date of original article: 19/02/2013
URL of this page: http://www.tlaxcala-int.org/article.asp?reference=9301

Commenta su Facebook

Tags: