Aggiornamento di Sabato 11 In Grecia continua la “Vittoria della Democrazia” e del NO all’Austerity… 😉 Anche il Parlamento Ellenico ha approvato ad AMPLISSIMA maggioranza la bozza di provvedimenti di Austerity peggiori di quelli rifiutati dal 61% dei NO…

Il parlamento greco ha votato con ampia maggioranza il piano di riforme proposto dal governo Tsipras…….251 sì, solo 32 no e 8 astenuti…

Nessuno sorpresa, nessuna delusione: per chi sa ma soprattutto per chi VUOLE vedere la Realtà delle Cose…era la logica conseguenza, come previsto in anticipo dal mio Blog che, come molto spesso accade, ci ha visto giusto.
Il Web da voce a milioni di imbecilli che pontificano in 10 secondi su questioni delle quali non sono minimamente competenti…
ma, in mezzo alla marea, ci sono anche voci “meno imbecilli” e più competenti che si esprimono (solo) su argomenti che conoscono bene e con metodo efficace di analisi…
sta a voi saper distinguere e saper selezionare le “fonti”… 😉 senza perdervi nell'”effetto appiattimento” ingenerato dal “rumore di fondo”…

——————————————————————————–
La Bozza di Provvedimenti di AUSTERITY (chiamiamoli con il loro nome)
presentata ieri notte da Tsipras all’Eurogruppo in cambio di altri prestiti-ossigeno
è similissima (per certe parti un copia-incolla) della “terribile” Bozza della Troika del 26 Giugno che il popolo greco ha rigettato col 61% e con una “”mitica Vittoria della Democrazia”” ed un mitico “”No all’Austerity””…

– GREEK GOVT PROPOSAL SIMILAR TO EU COMMISSION’S JUNE 26 PROPOSAL
… or the one which 61% of the Greek people said NO to.
– New Greek Proposal Backtracks To Pre-Referendum Draft, Does Not Request Debt Haircut – Full Text
La Grecia vota Oxi, ma il piano Tsipras è peggiore di quello della Troika

I mercati esplodono al Rialzo, con in testa il FTSE MIB da +8% in tre sedute
(logico, gli algos lavorano bene…: noi eravamo quelli che più rischiavamo il contagio ellenico e dunque siamo quelli che più beneficiamo della “capitolazione” di Tsipras…)
L’euro rimbalza, lo spread crolla ed il Rendimento del BTP10y torna giù secco a quota 2% etc etc
Poi per carità…
se troveranno l’accordo, sarà solo l’ennesimo CALCIO AL BARATTOLO…
e colpi di scena/tira&molla nella tragi-commedia ellenica sono sempre possibili
tanto che pop-corn e birra stanno diventando la mia prima voce di spesa mensile…: ne ho comprati a tonnellate/ettolitri…
ma sono sempre colpi di scena di BREVE …
perché il quadro di lungo è fin troppo chiaro …e pure da tempo ormai
1. o si continua a sussidiare a suon di “prestiti a fondo perduto” una Grecia-Zombies ed entrambe le parti ne pagano un caro prezzo
2. o si fa il Grexit ed entrambe le parti ne pagano un caro prezzo
Il contrario dello schema win-win…

Aggiungo: considerando che questi giorni da “fine del Mondo in Grecia”
di razionamento bancomat, chiusura banche, gente che non paga più mutui, multe, bollette…aziende che non pagano più fatture etc
hanno congelato l’economia ellenica BEN oltre al suo livello-zombie già standard,
ed hanno dato un durissimo colpo alla stagione turistica (settore che vale il 17% del PIL) mostrando un notevole senso del timing di Tsipras…
conoscendo la Merkel è possibile che ……………………………
.

chieda ancora qualcosa in più a Tsipras…perché il background dell’economia ellenica oggi è ben peggiore di quello del 26 giugno (alla faccia delle ottimistiche previsioni di avanzo primario…)
e dunque magari Domenica non si arriverà ad un accordo e vai con un altro bel giro di montagne russe…;-)

Greece blinked and its last six months of chaos have been a complete waste

Vedete…
io sono secoli che vi ripeto
– come il Referendum Ellenico fosse sostanzialmente una farsa,
una mossa strategica furbetta &levantina” di Tsipras
per trattare in posizione di vantaggio e per poi ritirarlo all’ultimo
(ed infatti ha provato puntualmente a farlo ma la Merkel l’ha stoppato dicendo “hai chiesto il referendum per rispettare la volontà popolare? Ed adesso lo fai e qualunque trattativa DOPO”… vedi il mio post: Grecia alfine in DEFAULT… ma Boooom! Poche ore dopo girano voci che Tsipras avrebbe accettato l’ennesimo Salvataggio….)
– come il Quesito VERO da porre a Greci sarebbe stato un ALTRO
ma allora avrebbe dovuto vincere il SI’ e non il NO…

CARI CITTADINI ELLENICI VOLETE VOI MANDARE A FAN CULO LA TROIKA LA UE E L’EURO?
SARANNO LACRIME E SANGUE MA ALMENO POTREMO PROVARE A CAVARCELA FINO IN FONDO SULLE NS. GAMBE CON LA NEW-DRACMA E CON UNA PROFONDA RIFORMA DELLA STRUTTURA SOCIO-ECONOMICA ELLENICA NON IMPOSTA MA CHE PARTA DA NOI STESSI.

e quasi sicuramente il sì non avrebbe vinto… 😉
vedi mio post fondamentale: Ma da quando i FINTI Referendum sono una vittoria della Democrazia? Ecco quale sarebbe stato il VERO Referendum Ellenico…

E visto che io sul web parlo solo di cose di cui sono esperto&competente
usando anche un metodo efficace e distaccato di analisi,
diciamo che ci azzecco spesso…
Mentre tutti a fare Tifo ed a sparare opinioni/giudizi a vanvera su tutto…

Vedi anche l’ottima analisi di Icebergfinanza

Prendiamo tutto con beneficio di inventario, quando di tratta di notizie della stampa, ma se anche solo un decimo di quello che sta scritto (QUI) è vero, siamo di fronte alla più colossale presa per il cubo mai prodotta nella storia, un colossale truffa messa in piedi proprio nella culla della democrazia.
In sintesi sembra quasi che il Governo greco abbia proposto una serie di riforme per oltre 12 miliardi in soli due anni che superano abbondantemente gli 8 miliardi in tre anni proposti prima di un referendum che ha preso in giro 10 milioni di greci.
Nella sostanza l’ultima proposta del Governo greco è la stessa rifiutata prima del referendum, proposta dalla Commissione EU.
Non c’è traccia, neanche il minimo indizio di una richiesta di ristrutturazione del debito, nulla, ZERO!
Grecia, il piano da 12 miliardi: via sconto Iva alle isole, tagli alla Difesa, tasse su armatori e lusso
Altri 53 miliardi di euro richiesti ai contribuenti europei per tre anni!
Un programma di crescita già morto e sepolto con previsioni irrealistiche di avanzi primari irrealizzabili che vanno dal 1 % per il 2015 al 3,5 % del 2018…………..

Adesso so già che la CAPITOLAZIONE di Tsipras che applica una bella Austerity, senza nemmeno chiedere un taglio del debito
(meglio si comprendono le dimissioni di Varoufakis sostituito da Tsakalòtos di famiglia “oligarchica” e “comunista made in Oxford” – vedi il mio post Facebook)
verrà etichettata dai vari “tifosi” come un inevitabile cedimento al Ricatto della cattivissima Troika e della BCE che minacciava di chiudere i rubinetti e disintegrare veramente la Grecia.
In realtà questa è solo una visione di parte/ romanzata e la prospettiva va capovolta:
la Grecia attraverso la decisioni di Governi eletti/legittimati dai suoi cittadini (siamo in democrazia rappresentativa) è entrata nell’euro di sua volontà, ha ceduto sovranità (che però, come dico da tempo, è concetto molto RELATIVO anche dastand-alone fuori dalla UE, sopratutto oggi in questo Mondo iper-globalizzato/finanziarizzato…Infatti la sovranità degli USA non è proprio equivalente a quella dello Zimbabwe…Dunque okkio cari sovranisti talebani a non sognare troppo in bacchette magiche ma ad essere più realisti…)
ha accettato trattati, ha sottoscritto accordi e dunque si è “sottomessa” alla UE (dove comandano gli stati più forti che sono “azionisti di maggioranza”), è entrata in un sistema di regole condivise dove comunque la Grecia è “minoranza”.
Si è anche sottomessa alla BCE che ha uno statuto e delle regole da rispettare e le ha rispettate (che poi sia un po’ più elastica con gli Stati Forti…diciamo che nella realtà reale funziona così…purtroppo…).
vedi mio post:  “ELA”: chi era costui?…Alla faccia della mitica “Vittoria della Democrazia” con il (fanta)Referendum Ellenico…
Io non discuto sul fatto che la UE/Eurozona si siano evolute in una direzione per nulla soddisfacente, efficiente ed equilibrata per tutti gli Stati Membri…ma i casi sono due
1. o ci stai dentro e dunque cerchi di cambiarla da dentro usando il tuo peso relativo e/o cercando alleanze
2. o te ne esci e te ne vai per la tua strada…e non mi venite a contare che NON si può USCIRE perché è solo un problema di volontà politica ed il modo lo trovi se solo lo vuoi veramente.
Non esistono vie di mezzo alla Trsipasdicaz da “botte piena e moglie ubriaca di euro….”

Dunque se la Grecia avesse indetto il VERO REFERENDUM e votato SI’
allora sarebbe tornata padrona dei suoi destini, nel bene o nel male (anche se iltiming non era quello giusto ed avrebbe portato ad un disastro perché comunque ormai la Grecia è in un VICOLO CIECO qualunque cosa accada…).
Altrimenti se si rimane all’interno di un contesto UE in cui ci sono delle regole da rispettare (non dico giuste o sbagliate ma semplicemente regole ed equilibri di forze) e SEI MINORANZA da 2% di PIL (e non trovi alleati forti)
Altrimenti se sei uno stato fallito e con banche insolventi che devono usare euro e non Dracme o dobloni…e dunque solo il Rubinetto ELA della BCE ti può tenere in vita altrimenti il collasso della Grecia che avete visto fino ad oggi sarebbe solo un antipastino….
beh…che vi posso dire cari cittadini ellenici?
Buona vittoria della (pseudo)Democrazia…
Anche se fare battaglie assurde, incoerenti ed irrealistiche
come sta facendo Tsipras tenendo i piedi in tre scarpe…e portandosi dietro il popolo greco ….
è una medicina che può essere molto peggiore della malattia.

[Potete aiutare i blogger a sopravvivere anche con una piccolissima donazione di 1€ ciascuno]
L’informazione libera non può accedere ai finanziamenti statali ma vive di pubblicità… USALA




Commenta su Facebook