da The Economic Collapse Blog

can down the roadL’Europa è stata finalmente salvata questa volta? Quest’ultimo “passo avanti” ha risolto la crisi europea del debito? Certo che no, e ormai dovreste saperlo bene.  I leader europei hanno tenuto 18 vertici dall’inizio della crisi del debito. Dopo la maggior parte dei vertici precedenti, i mercati finanziari globali hanno risposto con entusiasmo, perché i leader europei avevano raggiunto “un accordo” che presumibilmente avrebbe risolto la crisi. Ma poche settimane dopo ogni vertice diventava chiaro che nulla era stato risolto e che la crisi finanziaria in realtà andava anche peggio di prima.

Quante volte si aspettano che noi abbocchiamo alle solite scuse? Nulla in Europa è stato risolto. Non si può risolvere il problema del debito con più debito. I leader europei stanno solo menando il can per l’aia. Più debito alleggerisce un po’ la pressione a breve termine, ma in poche settimane sarà evidente che i problemi di fondo in Europa continuano a crescere. Purtroppo, non c’è una quantità illimitata di fondi di salvataggio europei, quindi una volta che tutti questi “proiettili finanziari” saranno stati sparati i leader europei scopriranno che menare il can per l’aia non sarà più così facile. La verità è che la crisi finanziaria in Europa non è stata cancellata – è stata solo rinviata per qualche settimana o pochi mesi.

Risolvereste i problemi di una persona tossicodipendente dalla carta di credito, dandole un’altra carta di credito? Certo che no. Si possono ritardare i problemi finanziari a breve termine del tossicodipendente da carta di credito dando a quella persona un’altra carta di credito, ma con questo metodo si renderebbero i problemi a lungo termine ancora peggiori.

Bene, questo è essenzialmente ciò che sta accadendo in Europa. I governi europei e il sistema finanziario europeo sono diventati ridicolmente dipendenti dal debito. Dare ai drogati di debito europei  un’altro “colpo” o due potrebbe alleviare un po’ la sofferenza a breve termine, ma non risolve nulla.

Pensateci.

Il primo pacchetto di salvataggio ha risolto i problemi in Grecia?

No.

Il secondo pacchetto di salvataggio ha risolto i problemi in Grecia?

No.

Oggi, il sistema finanziario greco è un disastro completo e totale, e i politici greci dicono che un terzo pacchetto di salvataggio potrebbe essere necessario.

Molti affermano che l’Italia e la Spagna sono state “salvate” da questo nuovo accordo, ma non è una cosa seria.

Sì, la possibilità di iniettare fondi di salvataggio direttamente nelle banche in difficoltà permetterà ad alcune di esse di andare avanti per un po’. Ma l’accordo prevede anche di stabilire un nuovo organismo di governo che supervisionerà le banche. Questo organo di governo verrà definito in tempo per fornire anche l’aiuto a breve termine che è necessario?

Sì, impiegare fondi di salvataggio per comprare debito spagnolo e debito italiano reprimerà artificialmente i rendimenti obbligazionari per un po’ di tempo.

L’abbiamo già visto.

Ma cosa è successo?

Dopo che il programma di acquisto di obbligazioni era stato portato a termine, i rendimenti obbligazionari hanno iniziato ad impennarsi di nuovo.

Allora gli europei prevedono di sopprimere i rendimenti obbligazionari per sempre?

Certo che no. Non ci sono abbastanza soldi di salvataggio per fare questo.

Rivediamo l’equazione che ho condiviso in articoli precedenti ….

Austerità brutale + livelli tossici di debito pubblico + rendimenti obbligazionari in aumento + una mancanza di fiducia nel sistema finanziario + banche che sono ad alto grado di leva finaziaria + una stretta creditizia massiccia =  implosione finanziaria di proporzioni storiche

Qualcuno di questi elementi è stato rimosso?

No.

I rendimenti obbligazionari verranno soppressi per un periodo di tempo, ma che non durerà per sempre, e tutte le altre questioni di fondo saranno ancora lì.

Nel frattempo, il resto d’Europa continua a seguire l’economia greca nella depressione economica.

L’economia spagnola si  ridurrà di nuovo nel secondo trimestre del 2012, e l’austerità in questa nazione è appena iniziata.

In un recente articolo la CNBC ha spiegato in dettaglio, i grandi tagli di spesa devono ancora venire ….

I conservatori, che hanno ereditato dai socialisti in uscita uno dei più alti disavanzi pubblici della zona euro, all’8,9 per cento del PIL nel 2011, hanno detto che ridurranno il deficit del 5,3 per cento quest’anno e del 3 per cento nel 2013.

L’austerità ha completamente ridotto a brandelli l’economia greca, e stiamo iniziando a vedere che lo stesso schema si ripete in tutta Europa.

Quando per decenni si spendono molti più soldi di quanti ne entrano, alla fine si deve passare attraverso un adeguamento molto doloroso. Quello che sta succedendo in Grecia dovrebbe essere una lezione per tutti noi. Il debito vi permette di vivere al di sopra dei vostri mezzi, ma le conseguenze dell’accumulare troppo debito possono essere assolutamente orribili.

Più debito può ritardare le conseguenze di un problema di debito ma non può risolvere il problema del debito. Quanto segue è ciò che Jim Rogers ha detto alla CNBC Venerdì ….

“Solo perché ora avete un modo per far loro (le banche) prendere in prestito più soldi, questo non risolve il problema, questo sta facendo peggiorare il problema”, ha detto Rogers Venerdì.

“La gente deve smettere di spendere soldi che non ha. La soluzione al troppo debito non è più debito. Tutto questo accordo di poco conto non fa altro che dare loro (le banche) la possibilità di avere ancora più debito un po’ più a lungo”, ha aggiunto.

Ma se appena scorreste i titoli della maggior parte dei giornali di tutto il mondo, potreste pensare che i leader europei hanno scoperto la cura per il cancro o qualcosa del genere.

Purtroppo, la verità è che stanno semplicemente scegliendo di sparare alcuni dei proiettili “finanziari” che gli sono ancora rimasti come ha descritto un recente articolo del Washington Post  ….

I fondi di salvataggio europei non hanno risorse illimitate. Se riversano 125 miliardi di dollari nelle banche della Spagna e altri 200 miliardi per l’Italia, presto si esauriranno. L’unico ente con un numero illimitato di euro è la Banca Centrale Europea. E in questo momento, nessuno parla di usare la BCE per fornire salvataggi. Il che significa che questa ultima mossa potrebbe aver solo bloccato la crisi, piuttosto che concluderla in modo permanente.

Cosa accadrà dopo?

Bruce Krasting ritiene che il “tempo di dimezzamento di questo salvataggio sarà misurato in settimane”. Quello che segue è il riassunto di ciò che vede arrivare prossimamente in Europa ….

Se ho ragione, dopo qualche settimana le cose andranno di nuovo giù nei mercati dei capitali. E poi?

– Più LTRO (Operazione di Finanziamento a Lungo Termine). No – non c’è più garanzia. Tutti i prestiti sono già stati impegnati.

-Tagliare i tassi BCE . non è importante. Non cambierà per niente le condizioni di finanziamento nei mercati italiano e spagnolo.

– Un piano di spesa minore dell’1% del PIL,  non intaccherà per niente la recessione che staavanzando..

– Bruxelles acquista più titoli sovrani per evitare una catastrofe italiana che da 10 anni supera il 7% (capitolazione) Spiacente Ci sono “uomini saggi” in Germania, che semplicemente non permetteranno che questo accada nelle dimensioni che sarebbero necessarie…

– La BCE va in  Defcon 1 (ndr: Rischio di fallimento incombente) e lancia un programma E2T QE. No – la stessa risposta di cui sopra.

– Merkel fa un’inversione e accetta gli Euro bonds. Neanche per sogno..

– Gli Stati Uniti o la Cina inizieranno  a comprare bond europei? Follia – non accadrà.

-Il FMI verrà in soccorso? In nessun modo  il FMI non ha le risorse per risolvere i problemi di tutti.

In altre parole, menare il can per l’aia diventerà molto più difficile dopo che l’attuale “euforia da zuccherI” sarà svanita.

L’Europa è ancora diretta verso la più grande crisi finanziaria dai tempi della Grande Depressione (come minimo) e i leader europei sembrano incapaci di fermarla.

Naturalmente anche gli Stati Uniti stanno affrontando una crisi per troppo debito e il grande giorno della resa dei conti è in arrivo per questo Paese.

Quindi sì, l’economia globale è ancora diretta verso il collasso e c’è ancora una moltitudine di ragioni per essereestremamente preoccupati per la seconda metà del 2012.

Qual è la vostra opinione su tutto questo?

Pensate che i leader europei saranno in grado di menare ancora il can per l’aia?

Non esitate a postare un commento con la vostra opinione qui sotto ….

Fonte: The Economic Collapse Blog 1 Luglio 2012
Traduzione: Anna Moffa per ilupidieinstein.blogspot.it

Commenta su Facebook