Destatis.de pubblica oggi il riepilogo del commercio estero tedesco per il primo semestre 2013: diminuisce l’export dello 0.6 %, la quota dell’Eurozona scende al 37 %, le importazioni dall’Italia rallentano, prosegue la lenta riduzione del disavanzo commerciale italiano e dell’intera Eurozona. Restano intatti i giganteschi avanzi commerciali.
Nella prima metà del 2013 le esportazioni tedesche sono diminuite  dello 0.6 %  rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, scendendo a 547.7 miliardi di Euro. Secondo i dati dello Statistisches Bundesamt (Destatis), le esportazioni nel primo trimestre sono scese dell’1.5% rispetto all’anno precedente, mentre nel secondo trimestre sono aumentate dello 0.4 %.
Le esportazioni verso i paesi UE nella prima metà del 2013 sono scese dell’1.7%, passando a 313.6 miliardi di Euro. L’Eurozona ha acquistato meno merci rispetto alla prima metà del 2012 (-2.9%, pari a 205.1 miliardi di Euro), mentre la zona non-Euro ha domandato piu’ beni tedeschi (+0.6%, pari a 108.5 miliardi di Euro).
Nel commercio intra-UE le esportazioni verso l’Italia sono scese del 6.3% a 27.8 miliardi di Euro, l’export verso la Francia è sceso del 4.3 % passando a 51.3 miliardi di Euro. Al contrario, le esportazioni verso la Gran Bretagna sono cresciute del 4.8 % passando a 37.7 miliardi di Euro.
L’export tedesco nei paesi extra EU (“paesi terzi”),  ha segnato nella prima metà del 2013 un aumento dell’1% salendo a 233.7 miliardi di Euro. Sono cresciute in particolar modo nel primo semestre 2013 le esportazioni verso la Turchia (+ 14,5 %, che sale a 11,4 Milliardi di Euro). Anche l’export verso gli Stati Uniti è cresciuto del 2.3% raggiungendo i 42.7 miliardi di Euro. Meno beni sono stati invece esportati verso l’India (-8.6 %, pari a 4.8 miliardi) e Cina (-5.9%, pari a 32.3 milliardi di Euro).
  2. Trimestre
2013
1. Semestre 2013 2. Trimestre 2012 1. Semestre 2012 Variazioni rispetto a:
2. Trimestre 2012 1. Semestre 2012
Miliardi di Euro %
Esportazioni complessive 275,6 547,4 274,6 550,5 0,4 – 0,6
Di cui:
EU-27 156,4 313,6 157,9 319,1 – 0,9 – 1,7
Eurozona 101,9 205,1 104,0 211,3 – 2,1 – 2,9
Di cui:
Francia 25,0 51,3 26,2 53,6 – 4,4 – 4,3
Paesi Bassi 17,9 35,8 17,8 36,3 0,2 – 1,4
Italia 13,9 27,8 14,8 29,7 – 6,4 – 6,3
Non-Eurozona 54,6 108,5 53,9 107,8 1,2 0,6
Di cui:
UK 18,5 37,7 17,8 36,0 4,3 4,8
Paesi terzi 119,2 233,7 116,6 231,4 2,2 1,0
Di cui:
USA 21,6 42,7 20,4 41,7 5,9 2,3
Cina 16,7 32,3 17,6 34,3 – 5,0 – 5,9
Svizzera 11,8 23,9 12,2 24,8 – 3,0 – 3,6
Russia 9,3 18,1 9,5 18,2 – 1,8 – 0,5
Giappone 4,0 8,0 4,0 8,4 – 2,3 – 4,4
Importazioni complessive 227,1 449,5 226,6 457,1 0,2 – 1,7
Di cui:
EU-27 132,0 259,4 128,3 257,6 2,9 0,7
Eurozona 89,3 174,5 86,6 173,1 3,1 0,8
Di cui:
Paesi Bassi 23,4 45,2 21,6 43,1 8,4 4,9
Francia 16,8 33,2 16,5 32,8 1,7 1,1
Italia 12,2 24,0 12,7 25,3 – 4,2 – 4,8
Non-Eurozona 42,7 84,9 41,7 84,5 2,3 0,5
Di cui:
UK 10,4 21,6 10,6 21,8 – 1,1 – 0,9
Paesi terzi 95,1 190,2 98,3 199,5 – 3,3 – 4,7
Di cui:
Cina 16,7 35,4 18,5 37,5 – 9,5 – 5,6
USA 12,4 24,5 12,8 25,3 – 3,5 – 3,2
Svizzera 10,2 19,1 9,2 18,6 11,4 2,9
Russia 9,7 19,9 10,6 21,4 – 8,3 – 7,3
Giappone 4,8 9,8 5,5 11,2 – 11,6 – 12,2
Commercio estero primo semestre 2013 per gruppo di paesi – Fonte destatis.de
10 Partner commerciali piu’ importanti, import+export – Fonte destatis.de
10 partner commerciali piu’ importanti per l’export tedesco – Fonte destatis.de
10 Partner commerciali piu’ importanti per l’import tedesco – Fonte destatis.de
Commenta su Facebook