Ti sei mai chiesto qual’è la percentuale che va alle banche per ogni singola transazione con carta di credito, POS o simili? Te lo dico subito: in media lo 0,8% (minimo 0,6% – massimo 1,25%). Sembra una cosa accettabile, anche perchè questa percentuale è a carico del venditore e non del titolare della carta, pertanto a noi che ci importa? Ci dovrebbe importare e molto, anche, per un fatto semplicissimo.

Se ipotizziamo che si realizzi il progetto del governo secondo il quale tutti gli acquisti oltre i 50 euro potranno avvenire solo con mezzi elettronici, significa che le banche e le società che gestiscono le carte di credito (che sono esattamente gli stessi…) incasseranno un minimo di 40 cent su ogni transazione, ma dato che si vuole estendere, i pratica l’uso della moneta elettronica, i 100 euro che io ho pagato con POS, sono diventati 99,20 euro nelle tasche del venditore che a sua volta quando spenderà quei soldi, farà un’altra transazione elettronica di 99,20 che diventeranno 98,41 nelle tasche del venditore e poi possiamo andare avanti fino a scoprire che dopo 100 transazioni elettroniche, come minimo, i nostri 100 euro iniziali sono diventati 44,79 euro e le banche hanno incassato ben 55,21 euro solo per il fatto di essere le detentrici in esclusiva della moneta elettronica (clicca quiper i dati completi).

Torniamo Sovrani dell’Emissione Monetaria!!!

Fonte: http://www.glollo.com/site/index.php/home/1870-come-regalare-tutti-i-nostri-soldi-alle-banche

Commenta su Facebook