di Natural News
Traduzione di Anticorpi.info
Il potere anti-infiammatorio e disintossicante del coriandolo è molto sottovalutato e in larga parte sconosciuto nella odierna cultura occidentale.
Tuttavia chi soffra di patologie infiammatorie croniche come la artrite; di malattie autoimmuni, di cardiopatie, di annebbiamento mentale, di sindrome da colon irritabile e di diverse altre malattie debilitanti, potrebbe trovare in tale erba medicinale una soluzione naturale.
Ricco di fitonutrienti, flavonoidi e fenolici attivi, il coriandolo è stato per lungo tempo utilizzato da molte antiche culture per prevenire i disturbi digestivi. Recenti studi compiuti dal dr. James A. Duke – botanico in pensione del Dipartimento della Agricoltura (USDA) e autore del Manuale CRC delle erbe medicinali – hanno provato le proprietà benefiche del coriandolo sui disturbi di stomaco. (fonte).
Il coriandolo contiene due specifici composti noti come acido linoleico e cineolo, i quali possiedono proprietà anti-artritiche e anti-reumatiche. Contiene anche una sostanza nota come dodecenal, la quale è risultata essere ben due volte più potente dello antibiotico gentamicina nel combattere infezioni ed eliminare dal corpo microbi nocivi. Il coriandolo è inoltre un antisettico naturale capace di accelerare i processi di cicatrizzazione, ed è un agente chelante naturale di metalli pesanti dal corpo.
Assumere ogni giorno qualche cucchiaio di pesto a base di coriandolo è un modo eccellente per aiutare l’organismo ad espellere metalli pesanti tossici quali mercurio, arsenico e piombo, che possono accumularsi nei tessuti e altrove a causa della esposizione ambientale e alimentare (fonte). L’aggiunta di succo di coriandolo in clisteri di caffè è un altro ottimo modo per disintossicare il corpo dai metalli pesanti (link).
Articolo in lingua inglese, pubblicato sul sito Natural News
Link diretto:
Commenta su Facebook