Ho appena letto questo articolo dal fatto quotidiano it, titola: L’allarme della Bce: “Disoccupazione e debito mettono a rischio la ripresa” .

 ingannatori  Ma che burloni! Seguite lo schema:

L’impero finanziario “crea il problema” seguendo e attuando lo schema delle dieci strategie standard, usate dalla politica di tutto il mondo, per la manipolazione mediatica. le dieci strategie dell’arido filosofo Noam Chomsky:

Noam Chomsky – 02 – Creare il problema e poi offrire la soluzione

2 – Creare il problema e poi offrire la soluzione. Questo metodo è anche chiamato “problema – reazione – soluzione”. Si crea un problema, una “situazione” che produrrà una determinata reazione nel pubblico in modo che sia questa la ragione delle misure che si desiderano far accettare. Ad esempio: lasciare che dilaghi o si intensifichi la violenza urbana, oppure organizzare attentati sanguinosi per fare in modo che sia il pubblico a pretendere le leggi sulla sicurezza e le politiche a discapito delle libertà. Oppure: creare una crisi economica per far accettare come male necessario la diminuzione dei diritti sociali e lo smantellamento dei servizi pubblici.  (Come toccare, tagliare la sanità, la scuola pubblica per fare un favore a quella privata sostenendola economicamente, e questo perché il ceto sociale medio non deve avere lo stesso grado di cultura, conoscenza che hanno i ricchi, chi può permettersi una scuola privata:

Noam Chomsky – 7 – Mantenere il pubblico nell’ignoranza e nella mediocrità

Far si che il pubblico sia incapace di comprendere le tecnologie ed i metodi usati per il suo controllo e la sua schiavitù.

La qualità dell’educazione data alle classi sociali inferiori deve essere la più povera e mediocre possibile, in modo che la distanza dell’ignoranza che pianifica tra le classi inferiori e le classi superiori sia e rimanga impossibile da colmare dalle classi inferiori”.  “Ignoranza pianificata”, in modo che la distanza rimanga impossibile da colmare dalle classi inferiori.. anche nella cultura, conoscenza per loro ci devono essere delle barriere per il ceto sociale medio basso.. che schifo che mi fanno questi che si ritengono quelli delle “classi superiori”.. in realtà essi, questi delle grandi Università, con questa malvagia mentalità dimostrano di essere loro gli “inferiori”! Il “cuore”, l’avere cuore fa di un uomo, di un essere umano una persona “superiore” e degna di rispetto, non dei pezzi di carta chiamati diplomi/lauree).

Questo è accaduto e lo vediamo sulla nostra pelle.. come la controproducente riforma del lavoro che sta incrementando maggiormente la disoccupazione e la precarietà: niente ripresa perché impossibile senza il lavoro.. ma una riforma applaudita e condivisa dall’Ue e dall’impero finanziario. (Ricordate la frase “Ce lo chiede la Bce.. “). Capite perché dico che burloni?

Ed effettivamente la soluzione, le “graduali” manovre di massacro sociale in questi ultimi disastrosi mesi di “governi tecnocratici” in Grecia, Italia, Spagna, hanno dato i loro marci frutti; e proprio quest’ultima, la Spagna, è arrivata alla disperazione dove cittadini spagnoli si sono caricati alla guerriglia per le strade per protestare contro tali manovre lacrime e sangue che creano solo recessione e niente crescita. Diciamo che il problema è stato creato per dare una soluzione falsa e ingannatrice per arrivare volutamente e sistematicamente a questo disastroso obiettivo e cioè ripetiamo: al povero martoriato ceto  medio sociale  di far “accettare come male necessario la diminuzione dei diritti sociali e lo smantellamento dei servizi pubblici”.  Licenziamenti a volontà! (tenete bene in mente questo.. ) E ciò si lega a quest’altra folle strategia:

Noam Chomsky – 03 – La strategia della gradualità

3 – La strategia della gradualità. Per far accettare una misura inaccettabile, basta applicarla gradualmente, col contagocce, per un po’ di anni consecutivi. Questo è il modo in cui condizioni socioeconomiche radicalmente nuove (neoliberismo) furono imposte negli anni ’80 e ’90: uno Stato al minimoprivatizzazioniprecarietàflessibilitàdisoccupazione di massasalari che non garantivano più redditi dignitositanti cambiamenti che avrebbero provocato una rivoluzione se fossero stati applicati in una sola volta. Capite che stanno e hanno seguito tale mostruoso inumano schema folle!

Proseguiamo, si è visto in questo scorso mese che diversi economisti si direzionavano tutti d’accordo seguendo un’analisi razionale di uscire dall’euro come soluzione alla crisi, ma soluzione “ostacolata” caldamente e sollecitamente dai governi tecnocratici, Ue, Bce, creando timori come, se gli Stati uscissero dall’euro per loro sarebbe stato disastroso, una catastrofe! (Non è così..) Ma facevano caldamente leva su questa emozione del timore, della paura,creando negli stessi un corto circuito inducendo un comportamento di stasi, di non azione. Notate e correlate anche questa strategia n°6:

Noam Chomsky – 6 – Usare l’aspetto emotivo molto più della riflessione

Sfruttare l’emozione è una tecnica classica per provocare un corto circuito su un’analisi razionale e, infine, il senso critico dell’individuo.
Inoltre, l’uso del registro emotivo permette aprire la porta d’accesso all’inconscio per impiantare o iniettare idee, desideri, paure e timori, compulsioni, o indurre comportamenti…

  Così, oltre al blocco razionale e di azione motivato ad arte facendo leva sul timore, hanno avuto pure la sfacciataggine di incolpare gli Stati europei ad aver innescato la bomba della crisi e non l’impero corrotto finanziario e le banche! La colpa viene versata sull’uso del denaro che fa il popolo europeo! Propaganda del genere viene gestita e manipolata dai media in vari talk show spazzatura..  (Ma noi sappiamo da dove è esplosa la crisi e cioè dagli U.S.A con i loro tossici titoli gestite dalle banche) E così, ecco che si attua la 9° strategia:

Noam Chomsky – 9 – Rafforzare l’auto-colpevolezza …e la distrazione di massa…con programmi ad hoc

Far credere all’individuo che è soltanto lui il colpevole della sua disgrazia, per causa della sua insufficiente intelligenza, delle sue capacità o dei suoi sforzi. Così, invece di ribellarsi contro il sistema economico, l’individuo si auto svaluta e s’incolpa, cosa che crea a sua volta uno stato depressivo, uno dei cui effetti è l’inibizione della sua azione. E senza azione non c’é rivoluzione!  (Questa auto-colpevolezza nei popoli non c’é, come detto sopra, si sa chiaramente dove sta il colpevole, e non so se a questo punto, vi sarà una “inibizione della sua azione”, “senza azione non c’é rivoluzione”..  in Spagna la rivoluzione la rabbia sta esplodendo..

E oggi, La Bce dà questo negativo bollettino mensile: L’allarme della Bce: “Disoccupazione e debito mettono a rischio la ripresa”IPOCRITI!!! Come sono ipocriti (i complici) coloro che sostengono la Bce Ue e questo menzognero euro voluto per causare la “crisi perfetta”,la “giusta” crisi globale auspicata da Rockefeller..

“Siamo sull’orlo di una trasformazione globale.
Tutto ciò di cui abbiamo bisogno è la “giusta” crisi globale e le nazioni accetteranno il nuovo ordine mondiale.”

“Il mondo è pronto per raggiungere un governo mondiale.
La sovranità sovranazionale di una élite intellettuale e di banchieri mondiali è sicuramente
preferibile all’autodeterminazione nazionale praticata nei secoli passati” – davide rockefeller fondatore della commissione trilaterale

Ma c’è un uomo, Paolo Ferraro, un magistrato che ha il coraggio di combattere il perverso Sistema e dire la verità su quello che sta accadendo:

paolo ferraro

 

 

 

 

 

 

Visionate il video alla Fonte su YouTube

Di Mariella

Fonte: http://xena05.wordpress.com/2012/07/12/che-burloni-quelli-della-bce/

Commenta su Facebook