Protesta sociale Archive

Oggi 17/9 Antibanks Day in Piazza Affari a Milano ed in tutto il mondo

Da MERCATO LIBERO NEWS RASSEGNA STAMPA     Oggi diamo visibilità all’antibanks day. Oggi occupazione della piazza della Borsa a Milano ed in simultanea anche nelle seguenti città: San Francisco, New York, Parigi, Utrecht, Atene, Madrid, Berlino, Londra, Barcellona, Tokyo, Seattle, Toronto, Los Angeles, Tel Aviv.

VOGLIAMO I POLIZIOTTI

Di Gianni Petrosillo Sono cresciuto con i poliziotteschi degli anni ’70, pellicole come La Polizia ringrazia di Steno, La polizia vuole giustizia di Martino, La polizia incrimina, la legge assolve di Castellari, e tanti altri piccoli capolavori come quelli del mio conterraneo, il regista

Della serie hanno la faccia come il culo… una chiappa SI e l’altra TAV.

  Non so perché leggo certi giornali, forse masochismo o forse noia oppure semplicemente per vedere cosa dicono loro, gli altri… quella gente là, come direbbe il buon Gaber riprendendoJacques Brel. L’articolo da cui scaturiscono queste sensazioni è stato pubblicato lunedì 29 Agosto da La

VAL DI SUSA: IL CANTIERE FANTASMA

di Luca Mercalli – 25 agosto 2011 Proseguono gli scontri tra manifestanti e forze dell’ordine. Le Istituzioni continuano a ignorare il problema di base: l’opera serve o non serve? I lavori sono solo propaganda, non esiste alcuno scavo e lo “pseudo cantiere” è solo un’area recintata tra

Occupiamo Wall Street

E allora, novantamila liberatrici e liberatori, ribelli e radicali, in questo esatto momento la tattica rivoluzionaria sta attraversando un cambiamento che fa sperare bene per il futuro. Lo spirito di questa nuova tattica, una fusione tra Tahrir e le acampadas di Spagna, è ben

Old England

– di Sandro Moiso – “Qui mira e qui ti specchia, secol superbo e sciocco, che […]volti addietro i passi, del ritornar ti vanti, e proceder il chiami.” (Giacomo Leopardi – La ginestra, 1836) Per fortuna questa volta non hanno tirato in ballo i black block.

SACCHEGGIARE ALLA LUCE DEL GIORNO

DI NAOMI KLEIN Guardian.co.uk Sentiamo sempre dire che le rivolte in Inghilterra non erano politiche, ma che i saccheggiatori sanno che le loro élite stanno commettendo rapine alla luce del sole Continuo a sentire paragoni tra le rivolte di Londra e quelle nelle altre

La vendetta è un piatto che va servito ai poveri

di Federico Campagna 15 / 8 / 2011   Una volta che gli incappucciati sono tornati nelle loro tane, che gli incendi si sono spenti e la minaccia è finita, la polizia ha preso pieno possesso delle città inglesi. Per giorni interi, i sedicimila armati

I rivoltosi londinesi e il diritto al lusso

  Premessa di Cogito Ergo Sum Raramente mi piacciono gli articoli del Fatto Quotidiano, ma quello proposto dopo questa premessa è, tra tutti quelli letti finora sulle sommosse inglesi, quello che meglio coglie un aspetto trascurato e forse decisivo sui motivi di questa rivolta. Vivo

European Revolution: La Lunga Marcia degli Indignados

di Marco Nurra Fonte È iniziata lo scorso 29 luglio l’epica marcia verso Bruxelles organizzata dal movimento spagnolo degli Indignados, a cui parteciperanno i rispettivi indignati di tutta Europa. Dalla Porta del Sol di Madrid fino al Parlamento Europeo: oltre 1.500 chilometri per esporre le rivendicazioni