Protesta sociale Archive

“Qui moriremo tutti”

“La invito a smettere di andare avanti e indietro per la valle facendo fotografie e interviste alla gente. Stia ben attento che potremmo chiedere il suo arresto”. Così terminava la telefonata tra me e il signor Jorge Esteva responsabile delle comunicazioni dell’impresaBarrick Gold. Mi trovo

La resistenza operaia contro il lavoro

La resistenza operaia contro il lavoro Barcellona 1936-1938 Michael Seidman Lo studio della resistenza operaia contro il lavoro — l’assenteismo, i ritardi, le simulazioni di malattia, i furti, i sabotaggi, i rallentamenti produttivi, l’indisciplina e l’indifferenza — consente di comprendere meglio due avvenimenti politici

StopTTIP, questa è l’Italia che vuole contare!

Migliaia di persone hanno preso parte alla manifestazione nazionale che si è tenuta a Roma per dire no al trattato transatlantico, il TTIP, le cui trattative tra Usa e Europa stanno continuando malgrado la sollevazione di milioni di cittadini in Europa. di Il Cambiamento–

Punto di Vista sul «Movimento Contro la Loi Travail»

Manifestazioni selvagge, banche sfondate, barricate nelle strade, stazioni di polizia attaccate…. nelle ultime settimane né gli enormi dispositivi di polizia – con i loro gas, i loro manganelli e i loro proiettili di gomma – né le organizzazioni politiche di sinistra ed i sindacati con

Contro a UE nasce la rivolta. Prêt-à-porter

Da Maurizio Blondet 13 aprile 2016 Sabato notte, 9 aprile:  In Francia, “Nuit Debout”  in oltre 60 città, immense folle, disordini a Parigi. Nuit Debout (notte in piedi) è un movimento dal basso  contro le nuove leggi del lavoro, una specie di Jobs Act alla

Così vanno avanti le intimidazioni ai No Tav

Ci sono fatti, pur all’apparenza minori, che consentono di cogliere in modo plastico il senso di alcune vicende giudiziarie. Sono accaduti di nuovo, nei giorni scorsi, in Val Susa (sempre più cartina di tornasole delle peggiori derive istituzionali). Non si è trattato, questa volta,

Cgil, perse 700 mila tessere: sindacato abbandonato da giovani e precari

di MATTEO PUCCIARELLI – 19 agosto 2015 Un rapporto interno della confederazione conferma il crollo degli iscritti rispetto alla fine del 2014. Soffre in tutte le categorie e aumenta il peso dei pensionati MILANO. Sono sei pagine di tabelle fitte, suddivise per categorie e territori,

Francia, gli allevatori ‘minacciano’ Hollande con il letame

L’occasione è stata quella della visita del presidente della Repubblica francese, François Hollande, in Moselle,dipartimento francese della regione della Lorraine. La FDSEA, Federazione dipartimentale di agricoltori dell’Ile-de-France ha organizzato varie manifestazioni in tutto il territorio per promuovere il cibo prodotto in Francia. Le contestazioni più forti sono avvenute sotto le sedi delle prefetture

India: Dongria pronti a riprendere la lotta contro la miniera

I Dongria hanno respinto all’unanimità il progetto minerario e si sono impegnati a proteggere le colline di Niyamgiri. I Dongria Kondh dell’India orientale si trovano nuovamente ad affrontare la minaccia dell’attività estrattiva nella loro terra ancestrale, nonostante abbiano già vinto un’importante battaglia legale alla

Haiti: In strada contro i corrotti e gli invasori

La ribellione popolare haitiana ha impedito il “golpe elettorale” che aveva preparato il Governo di Michel Martelly, con l’appoggio della Casa Bianca, per perpetuare al potere gli eredi del regime di François Duvalier. Il secondo turno doveva realizzarsi il 22 gennaio – inizialmente previsto

La Coca Cola si sta “bevendo” l’India

febbraio 16, 2016 TRE GLI STABILIMENTI DELLA COCA COLA CHE IN INDIA HANNO SOSPESO LE OPERAZIONI DI IMBOTTIGLIAMENTO DELLA BIBITA, COMPRESO UNO IN UNA ZONA DEL NORD DOVE I CONTADINI STANNO DA TEMPO PROTESTANDO PER L’USO INDISCRIMINATO CHE LA MULTINAZIONALE FA DELLE RISERVE D’ACQUA. C’è

La Svezia brucia: a Stoccolma 4° giorno di disordini e violenza

Café Humanité di Cristina Bassi Vetrine spaccate, auto in fiamme : una delle capitali, Stoccolma, più’ pacifiche d’Europa, sta vivendo il suo peggiore scoppio di violenza da anni a questa parte Centinaia di giovani, soprattutto immigrati, si sono velocemente propagati nei sobborghi della città durante 4

Torre Eiffel, Louvre, National Gallery: anche nel resto del mondo gli scioperi fanno chiudere i musei (FOTO)

Pubblicato: 18/09/2015  Di Laura Eduati Ora sembra essere una peculiarità tutta italiana quella dei musei e dei siti archeologici chiusi per assemblea sindacale o per sciopero. Ma non è così. Soltanto nell’ultimo anno, per fare un esempio, la National Gallery di Londra – uno

4800 Agricoltori da tutta Europa, in protesta a Bruxelles..

da Café Humanité di Cristina Bassi ‘Il quotidiano Brussels Nieuws ha riportato che fonti della polizia hanno detto che che circa 4800 agricoltori da tutta la EU si sono riuniti a Bruxelles, ’ European Quarter in downtown Brussels, dove si trovano i maggiori edifici delle piu’ importanti

Il caos turco nel silenzio della comunità internazionale

Quello che sta succedendo in Turchia, ormai, è così grave che si fa addirittura fatica non dico a spiegarlo ma persino a definirlo. E, se si pensa che al voto anticipato del primo novembre, dove il Presidente della Repubblica Recep Tayyip Erdogan spera di

You stink: protesta popolare o destabilizzazione “colorata” a Beirut?

Da Bye Bye Uncle Sam Da settimane la capitale del Libano è sconvolta da manifestazioni antigovernative. Il pretesto iniziale per queste manifestazioni, che appaiono ben organizzate e coinvolgono una media di 20.000 o 25.000 persone, è la mancata raccolta dei rifiuti che ha causato indubbiamente

LA COMUNITA’ ERITREA MANIFESTA CONTRO L’OSTILITA’ DELL’ONU A GINEVRA

eurasia-rivista.org by michrom  /  1d  //  keep unread  //  hide  //  preview Per tutta la giornata di lunedì 22 giugno la comunità eritrea in Europa ha tenuto a Ginevra, davanti al Palazzo delle Nazioni Unite, una grande manifestazione di protesta alla quale hanno partecipato

LA DEMOCRAZIA VALE SOLO QUANDO PERDI

Da ANARCHISMO C.O.M.I.D.A.D. Ha suscitato molta impressione l’ondata di riprovazione che nei social network ha investito i tafferuglisti che si sono scontrati con la polizia in occasione dell’Expo milanese. Occorre però domandarsi se questa ondata esprima davvero un’opinione diffusa, oppure sia soltanto un effetto della

DUBLINO IN PIAZZA CONTRO L’AUSTERITA’

DI GEORGIOS Dublino bloccata mentre 50 000 Irlandesi protestano contro le tasse sull’acqua del “Ministero della sete”  Circa cinquantamila persone hanno bloccato le strade di Dublino manifestando contro i piani del governo per una nuova tassa sull’acqua. La protesta contro l’austerità è coincisa con la

L’EUROPA PROTESTA CONTRO IL TTIP

FONTE: RT.COM Decine di migliaia di persone hanno manifestato ieri per le strade in tutta Europa con  manifestazioni contro un controverso accordo commerciale tra USA ed Europa. Le discussioni sul patto chiamato Partenariato Trans-atlantico per il Commercio e gli Investimenti (TTIP), sono cominciate lo

I comunisti e gli atti di rivolta

Da Finimondo – Brulotti  dottor Kilbaltchick (Renato Souvarine) «È possibile che l’atto di Milano sia stato quello d’un rivoltoso. Quando una banda al potere come quella delle camicie nere soffoca una nazione intera, schiaccia tutta una classe, e la più infelice, riempie le città e le

LONDRA: ASSEMBLEA DEL POPOLO. IN MARCIA COMICI, BAND MUSICALI E PARLAMENTARI, CONTRO L’AUSTERITA’

Sabato 21 giugno : Diane Abbott, Parlamentare,  The Farm (band famosa negli anni 90 ) e il comico e attivista Russell Brand saranno nella manifestazione della People’s Assembly Against Austerity (Assemblea del Popolo contor l’austerità) a LONDRA per chiedere una alternativa, il 21 giugno. Si rivolgeranno a migliaia

Stuprati dalla politica…

Delle due l’una. O i centri sociali sono spazi strappati al controllo del dominio attraverso una pratica alegale quale l’occupazione, aventi lo scopo di diffondere attraverso le varie iniziative che vi vengono organizzate il virus della rivolta e dell’autogestione della lotta; oppure sono punti

Rivoluzione Islandese e rifiuto dell’ingiusto debito pubblico

di Tv Popolare | 14 aprile 2014 A chi è in cerca di chiavi di lettura per comprendere la situazione economica, politica e sociale attuale consiglio di dare uno sguardo alla recente storia dell’Islanda: dapprima laboratorio liberista, in seguito – dopo lo scoppio violento della crisi – incubatrice di

VIETATO FAR VEDERE LA GRECIA CHE BRUCIA

L’ITALIA DEVE ANDARE AL VOTO SENZA AVERE NOTIZIE DELLA “GUERRA DEL PANE” DI ATENE: PERCHE’? – ASSALTI AGLI SCAFFALI PER DISTRIBUIRE VIVERI IN PIAZZA, RAPINE IN BANCA PER RESTITUIRE QUALCHE SOLDO ALLA POPOLAZIONE, DIMOSTRANTI PICCHIATI IN CELLA – L’EUROPA FRANCO-TEDESCA HA DISTRUTTO UNA NAZIONE

I cittadini possono chiedere la decadenza dei sindaci

Foggia – LA maggioranza dei cittadini italiani ignora che c’è una legge l’art 70 in cui i cittadini possono pretendere che i sindaci decadono se non attuano l’art 8 della legge 267/2000. Ora l’applicazione di questa legge,ignota a tutti, consentirebbe di poter partecipare attivamente

Niscemi. La protesta di cui i media non vogliono parlare. Manifestanti presi a manganellate

Attendiamo a momenti i seguenti commenti, dato i precedenti di Tunisia, Egitto, Libia, Siria, Venezuela e Ucraina: Casa Bianca: “I Manifestanti di Niscemi hanno bisogno del sostegno internazionale”. FMI: “Dobbiamo aiutare questi manifestanti e il loro paese a liberarsi dal regime che li opprime”.

Romania: nel silenzio dei media, mesi di proteste contro governo e multinazionali

di Alessandra Vitullo – È ormai da più di tre mesi che Bucarest e dintorni vengono travolti regolarmente da ondate di protesta. A settembre centinaia di persone sono scese in piazza contro la multinazionale canadese Gabriel Resources Ltd, che tentava di aprire una miniera d’oro nella zona

Indietro non si Torna – La Luce è Accesa! Da cosa difendiamo la Costituzione e la Democrazia ?

Leggi anche: Anche Marx bloccherebbe le strade. Piccola nota sul 9 dicembre Sul 9 dicembre: le impressioni di un metalmeccanico Di ragioni per fermare questa macchina infernale ce ne sono a bizzeffe, non possiamo continuare ad alimentare questo sistema che condanna a morte la gente.

Sta scoppiando la verità

Al Parlamento: Pubblicato in data 10/dic/2013 L’intervento del portavoce M5S al Senato Carlo Martelli nel corso della discussione in aula sullla Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 15 ottobre 2013, n. 120, recante misure urgenti di riequilibrio della finanza pubblica nonché in materia di

Forconi: ora è il momento di diventare grandi

Roma, 14 dic – Per gli italiani, o almeno per il pubblico italiano minimamente informato su ciò che accade nel mondo, l’espressione “Manif pour tous” dovrebbe suonare abbastanza familiare, data l’eco che hanno avuto anche da noi le manifestazioni francesi contro la legge Taubira. È

I regimi cadono quando la Polizia fraternizza con i manifestanti

di Massimo Fini – Marta Moriconi – 13/12/2013 Fonte: intelligonews A Massimo Fini, giornalista e scrittore “dissidente”, IntelligoNews ha chiesto di commentare la piazza dei Forconi. E’ o non è populista? La sua è un’analisi lucida, spietata quanto sincera: «Mi sembra una di quelle espressioni usate quando

ROMANIA: PROTESTE POPOLARI CONTRO I GAS DELLA CHEVRON

 Da eurasia-rivista.org È forse dai tempi delle proteste di Piazza dell’Università (primavera 1990) che i romeni non protestavano in maniera così convinta e motivata come stanno facendo a Pungesti. Ma se in Piazza dell’Università a malmenare la popolazione arrivarono i minatori chiamati da Ion Iliescu,

Forconi, blocchi stradali in tutta Italia. “Siamo disposti a farci arrestare”

Dalle 22 dell’8 dicembre scattano manifestazioni in 96 presidi su tutto il territorio nazionale. Timore di infiltrazioni da parte di frange violente. Il leader del Movimento dei Forconi, Mariano Ferro: “Sono rispettoso delle istituzioni, ma ci chiedono di fare le manifestazioni come fanno quelli

Greci alla troika: “prendete il vostro salvataggio e andatevene”

Alta tensione nelle strade di Atene. Ispettori costretti a lasciare la sede del Ministero delle Finanze attraverso l’uscita di emergenza. Popolo greco furioso nelle strade di Atene. Ispettori troika sono stati costretti a uscire da Ministero Finanze attraverso uscita di emergenza. ROMA (WSI) – Proprio