Informazione Archive

Dispacci dal mondo della “guerra dell’informazione: “The Revolution will be Digitised”, scorci di libertà e censura

Xaaraan-Antonella Beccaria Blog The Revolution will be Digitised: Dispatches from the Information War, scritto da Heather Brooke, di questo si occupa: Al centro c’è il Sistema: governi, corporation e singoli individui potenti che sanno più informazioni su di noi e più potere che in qualsiasi

Niente più fondi, Wikileaks sospende le pubblicazioni

Bank of America, Visa, Mastercard, PayPal e altre società congelano i fondi a disposizione del sito. “È un blocco illegale e arbitrario”, attacca Assange che annuncia una decisa campagna di raccolta fondi per rispondere al colpo Non ci sono più soldi e così Wikileaks

I “manifestanti pacifici” non sono tutti uguali

Da byebyeunclesam Per capire come funzionano i raggiri mediatici delle liberaldemocrazie, c’è un sistema che funziona discretamente bene. Si ascoltino le “notizie” fornite dai loro “media” e si considerino bene il luogo e i protagonisti. Ci si renderà conto che a scatenare “severe condanne”

NADAH KHANFAR, AL-JAZEERA E IL TRIONFO DELLA PROPAGANDA TELEVISIVA

DI THIERRY MEYSSAN Reseau Voltaire Nella foto: Wadah Khanfar   Al-Jazeera, la catena informativa qatariota che si è imposta da quindici anni nel mondo arabo come fonte originale di informazione, si è fatta carico improvvisamente di una vasta operazione di inquinamento, con l’obbiettivo di

Il TAV in TV

Di Marco Cedolin Marco Cedolin Proprio dopo essere riuscito a spegnere la TV in maniera definitiva, ed avere portato a termine fino in fondo il processo di disintossicazione da telecazzate assortite, sono purtroppo caduto preda della malsana idea di farmi del male un’ultima volta, dando

L’INFORMAZIONE E LA DECADENZA

di Simone Perotti – 16 settembre 2011 Media concentrati sullo scandalo sexy del premier mentre il Paese affonda. L’informazione scade perché segue una realtà scadente. Occorre dare spazio a quella parte sana dell’Italia Rispetto al ruolo dell’informazione in questi giorni di grande caos, abbiamo sentito al telefono

Il diritto alla censura sull’informazione di Cuba

di : Pascual Serrano  venerdì 16 settembre 2011 Quando le informazioni di Wikileaks hanno smesso di essere un’esclusiva del cartello di giornali al quale Julian Assange aveva ceduto l’informazione, cominciamo a conoscere cose molto interessanti su Cuba. Si tratta di informazioni che da novembre 2010

Contributi editoria: insopportabile che questi giornali esistano

Di Wall Street Italia Il dipartimento per l’Editoria della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha pubblicato nelle scorse settimane i numeri relativi ai contributi versati dallo Stato agli editori di giornali e periodici nel corso del 2010, in relazione al 2009. Qui sotto, nei link

La Bufala della “Liberazione” di Tripoli

Superando le precedenti falsificazioni dei mass media, sia nelle dimensioni che nell’audacia, la messa in scena di ieri mattina di Al Jazeera sicuramente passerà alla storia come una delle più ciniche bufale realizzate dai media dopo le foto manipolate degli iracheni che rovesciano la

Come distruggere il Fantasy Reality della NATO sulla Libia?

Da coriintempesta Quanto ancora ci vorrà perché le persone si rendano conto di essere state ingannate fin dal primo giorno sulla guerra in Libia? Che cosa occorre per far capire alla gente che la Francia, l’Inghilterra e gli Stati Uniti, insieme ai loro non

6 mesi

di : Salvatore Santoru  venerdì 26 agosto 2011 6 mesi,ben 6 mesi ci sono voluti nei tg per dire tutto quello che già sapevamo sulla guerra in Libia:la costruzione a tavolino di notizie false e infondate per giustificare l’intervento “umanitario”,intervento già preparato dall’asse anglofrancoyankee da

Il ruolo di Al-Jazeera nel bombardamento imperialista della Libia e altri intrighi pro-imperialisti

di tibgra Al-Jazeera: Un’Isola Pro-Imperialista Sukant Chandan, http://panafricannews.blogspot.com/2011/08/role-of-al-jazeera-in-imperialist.html L’Impero ammette: senza al-Jazeera, non potevano bombardare la Libia Come ha fatto al-Jazeera – un tempo soprannominata la ‘rete del terrore’ da parte di alcuni e il cui personale è stato martoriato dalle bombe USA in Iraq e in

GLI ANONIMI PRONTI A DISTRUGGERE FACEBOOK

Il gruppo hacktivista Anonymous ha pubblicato un video su YouTube in lingua inglese, annunciando piani spagnoli e tedeschi per distruggere più grande social network al mondo, Facebook. Gli hacker offrono a chiunque sia interessato, con la diffusione di informazioni personali sul web, di unirsi

Strategia della distrazione per l’ultimo round

by coriintempesta di: Salvatore Santoru INFORMAZIONE CONSAPEVOLE “L’elemento principale del controllo sociale è la strategia della distrazione che consiste nel distogliere l’attenzione del pubblico dai problemi importanti e dai cambiamenti decisi dalle élites politiche ed economiche utilizzando la tecnica del diluvio o dell’inondazione di distrazioni continue e

La disinformazione non va in ferie

di marco cedolin Marco Cedolin Mentre i parlamentari si apprestano ad andare in vacanza per cinque settimane, essendo fra i pochi italiani a potersi permettere di farlo, dopo avere messo in “mutande” buona parte degli altri, penne in affitto e mezzibusti telecomandati continuano indefessi nella loro opera

Servire il pollo

          23 luglio 2011 di Gianni Petrosillo Conflitti e Strategie Michele Santoro gode delle stesse prerogative del Capo dello Stato, criticarlo nell’esercizio delle sue faziose funzioni costituisce reato e si rischia di finire alla sbarra. Per questo B. è di

IL GIORNALISMO COME ARMA DI GUERRA IN LIBIA

          DI MADHI DARIUS NAZEMROAYA Information Clearing House La verità in Libia gira su sé stessa. La NATO e il governo libico stanno dando versioni contraddittorie. La NATO dice che il regime libico cadrà nel giro di pochi giorni, mentre

DOMANI CHIUDONO LA RETE. SE GLI GIRA.

            DI MIGUEL MARTINEZ kelebeklerblog.com Il 6 luglio, cioè domani, l’Autorità per la Garanzia nelle Comunicazioni (Agcom) ci presenterà con una novità radicale: potrà rendere invisibile qualunque sito web, a propria discrezione. Il provvedimento viene analizzato in dettaglio su

La lunga, triste storia degli assalti alla rete.

Di Claudio Messora La lunga, triste storia di tutti gli assalti alla rete dal 2005 ad oggi. Il video, che dura un’ora e mezza, ha un menu sulla sinistra attraverso il quale è possibile saltare ai singoli argomenti, in modo da facilitarne la fruizione

Report e la contraddizione insanabile

          di Claudio Martini La trasmissione Report, diretta e condotta della giornalista Milena Gabanelli, è uno de programmi di informazione e approfondimento più autorevoli e rispettati del nostro panorama mediatico. Anno dopo anno, la qualità dei servizi e il coraggio

Gli attacchi Hacker sono attacchi false flag per giustificare un giro di vite su Internet?

da Washington’s Blog Ho osservato nel 2009: L’ex Zar dell’antiterrorismo Richard Clarke ha detto ad uno dei maggiori esperti sulla libertà di parola in Internet, il professore di legge di Stanford Lawrence Lessig, che ci sarebbe stato un “i-11/9”, in altre parole, un atto

Bufale belliche

By coriintempesta La guerra di Libia è un caso da manuale. Chiunque fosse interessato ad approfondire il rapporto tra comunicazione e conflitti del XXI secolo, dovrebbe studiarlo. L’ultimo numero speciale di Limes, dedicato alla vicenda libica parla di collasso dell’informazione, di domino della narrativa,

Come la TV Danneggia le Facoltà Mentali

          di M. Dalla Luna Le funzioni psichiche superiori, cognitive e metacognitive, possono essere sviluppate con addestramento (famigliare, scolastico, professionale) e/o pratiche autonome, ma anche inibite o danneggiate. Uno dei fattori più attivi in questo senso, sia per intensità che

LA GUERRA DEI MEDIA IN LIBIA

GIUSTIFICARE LA GUERRA CON LE BUGIE E LE MACCHINAZIONI DI MAHDI DARIUS NAZEMROAYA GlobalResarch.ca Il presente articolo esaminerà gli eventi che hanno portato alla guerra della NATO in Libia. Il travisamento da parte dei media e la disinformazione hanno giocato un ruolo fondamentale nell’aprire

L’IDEOLOGIA EDONISTICA DELLA TELEVISIONE – IL NUOVO FASCISMO

di Gianni Tirelli Oltre la Coltre Come stupirsi, dell’impressionante escalation della violenza, nei paesi industrializzati? É pura ipocrisia! È come se tutti noi, abitando in una fogna, ci meravigliassimo nel vedere sempre più persone mangiare merda: é la televisione, la nostra realtà. L’immagine che

Fino all’ultimo rigore…video inchiesta sulla P2

Italia 90, storia dellinchiesta del Tg1 che fece tremare lItalia di Flaviano Masella, Mario Sanna, Angelo Saso e Maurizio Torrealta Estate 1990, stagione di mondiali di calcio e di giornalismo investigativo. Tra il 28 giugno e il 2 luglio il Tg1 manda in onda

Guerra, bugie e Tv. La video-inchiesta di Amedeo Ricucci

Il titolo della puntata è Guerra, Bugie & TV, realizzato da Amedeo Ricucci e, come si può capire dal titolo, racconterà parecchie delle menzogne della televisione per quanto riguarda gli eventi bellici degli ultimi anni, dalla prima guerra del Golfo alla Palestina, dal massacro

Informazione: finalmente liberi

Riproponiamo un vecchio articolo di Cedolin, del maggio 2010 Una volta le scalate ai grandi gruppi editoriali si davano in gran segreto, nascondendosi con eleganza dietro a prestanome di fiducia, mentre pubblicamente si fingeva di non avere nulla a che fare con le vicende

LE 6 COMPAGNIE MONOLITICHE DEI MEDIA CHE CONTROLLANO QUASI TUTTO QUELLO CHE VEDIAMO

Al vertice della piramide emettono segnali elettronici dall’occhio che tutto vede, queste aziende sostengono un impero mediatico che fissano sulla psiche del pianeta, una realtà inequivocabile. Sebbene alcune persone potrebbero obiettare che gli occhi sono la porta dell’anima, è evidente che se non altro

RCTV decide di rispettare la legge venezuelana e potrà tornare in linea

    RCTV, la TV venezuelana costretta a cessare momentaneamente le trasmissioni perchè violava la legge, ha deciso di rispettarla e quindi potrà tornare in onda. Ricordiamo brevemente la vicenda. La Legge venezuelana prevede che una TV satellitare che trasmette in Venezuela deve rispettare quanto