Politica estera Archive

La sentenza dell’Alta Corte sull’articolo 50 mette in evidenza il divario tra il paese e l’elite

Un articolo del Telegraph sottolinea come la sentenza dell’Alta corte inglese che su ricorso di un gruppo di attivisti pro-Ue mette i bastoni tra le ruote al governo sulla via della Brexit,  ben lungi dall’essere una autentica questione di legittimità costituzionale,  rappresenta un chiaro tentativo

FOX: CLINTON POTREBBE RITIRARSI, FBI VICINA A INCRIMINAZIONE – VIDEO

Sembra che per il clan Clinton sia finita. Prima dell’8 novembre. Alcuni, addirittura, pensano ad un ritiro nei prossimi giorni. Secondo Fox News l’incriminazione dei Clinton sarebbe imminente: Qui trovate la trascrizione in inglese che potete tradurre automaticamente. E’ comprensibile. In sintesi: 1. L’indagine

Susan Sarandon: «Ecco perché non voterò Hillary ma Jill Stein»

Elezioni USA, Susan Sarandon si schiera con la candidata verde Jill Stein: «La paura di Donald Trump non è sufficiente per me per sostenere Hillary Clinton, con tutta la sua storia di corruzione» di Susan Sarandon Cari Jill e collaboratori, ho aspettato di vedere

Chi fa la “guerra” a Hillary Clinton

La campagna elettorale americana si fa sempre più incandescente. La decisione del direttore del Federal Bureau of Investigation (Fbi) James Comey, di riaprire le indagini a carico della candidata democratica alla presidenza Usa, Hillay Clinton, ha scatenato un vero e proprio putiferio nel Paese. Il

Golpe e contro-golpe. La seconda rivoluzione americana

Vi ho già parlato di Steve Pieczenik, personaggio legato a momenti assai importanti e tragici del nostro passato storico, anche italiano, come il caso Moro, nel quale ebbe una parte attiva tra i falchi dell’intransigenza.   Dopo averlo ascoltato diverse volte finora in programmi di

Brexit, Alta Corte: “Serve via libera parlamento Uk su uscita da Ue”. Il governo ricorre

Secondo i giudici per avviare le procedure serve il consenso di Westminster. Borsa giù, e la sterlina vola. Theresa May: “Faremo rispettare il risultato del voto” e programma telefonata con Juncker. Farage: “Il verdetto scatenerà la rabbia della gente” LONDRA – L’Alta Corte britannica

Hillary e l’FBI: lo stato profondo americano si ribella

Da Katehon, think tank russo vicino all’area ultra-ortodossa e nazionalista di Alexander Dugin, traduciamo questa suggestiva e verosimile ricostruzione della riapertura delle indagini dell’FBI sulle mail di Hillary Clinton a pochi giorni dalle elezioni presidenziali americane. La mossa di James Comey sarebbe la punta

Luttwak: la Clinton non ha scampo, dovrà dimettersi

Anche se dovesse vincere, Hillary Clinton sarebbe inchiodata dalle indagini riaperte dall’Fbi, che il Dipartimento di Giustizia avrebbe voluto insabbiare: non uscirebbe viva dalla procedura di impeachment. Lo afferma Edward Luttwak, politologo di fama e repubblicano di ferro: «Mettiamo che Hillary vinca. L’inchiesta dell’Fbi

Libano, chi è il nuovo presidente

L’autunno fatica ad arrivare e l’aria di Beirut rimane quasi estiva. La gente affolla i bar e i ristoranti alla moda di Mar Mikhael. Poco più su il lusso e la movida libanese lasciano spazio a quartieri più popolari che si arroccano sulla montagna.

Elezione Aoun, una cattiva notizia per Israele

Israele ha seguito molto da vicino le elezioni presidenziali libanesi che si sono svolte lunedì 31 ottobre, e che hanno visto trionfare il generale Michel Aoun. Con l’elezione del presidente da parte del Parlamento, i libanesi hanno celebrato la fine del vuoto presidenziale durato

Il fallimento della democrazia: come gli oligarchi vogliono prendersi le elezioni

DI PAUL CRAIG ROBERTS Sono convinto che le oligarchie che governano gli Stati Uniti vogliano impossessarsi delle elezioni presidenziali. In passato, gli oligarchi non si sono preoccupati di quale candidato avrebbe vinto, dato che li avevano in pugno entrambi. Loro però non hanno in pugno

Casa Bianca, l’FBI riapre la corsa ?

di Michele Paris Con una mossa probabilmente senza precedenti, a poco più di una settimana dalle elezioni presidenziali americane l’FBI ha comunicato al Congresso di Washington la riapertura delle indagini sulla candidata Democratica, Hillary Clinton, relativamente al caso dell’utilizzo di un server di posta

Donald Trump: Il discorso di Palm Beach sul legame tra media e potere

Pubblichiamo la traduzione del discorso tenuto a Palm Beach in cui Donald Trump, rispondendo all’attacco lanciato sui media per le presunte molestie sessuali, trascina la folla dei suoi sostenitori con un potente attacco all’establishment che governa l’America, riconoscendolo come il nucleo centrale del potere che spinge per

Chi governa i paesi baltici? Degli americani

Perché Estonia, Lituania e Lettonia sono così ferocemente anti-Putin? Perché sono entrati nella UE e nella NATO   con la voglia di spingerci alla guerra contro Mosca? Riuscendoci, questi microbi ultimi arrivati?  Il 13 aprile 2015  è stato  il presidente estone  a reclamare una presenza

Lo Stato del Vaticano aumenta ostilità contro il Venezuela

Promossi nelle alte sfere due venezuelani: un sanguigno golpista e un raffinato globalista estremista Di Tito Pulsinelli.  Lo Stato del Vaticano scopre le carte e mostra una accentuata ostilità nei confronti della Repubblica bolivariana del Venezuela. Al di là del messaggio mediatico ponteficale, diventato vuota

Chi sono le donne che accusano i Clinton

L’accusa di sessismo rivolta a Donald Trump è uno dei cavalli di battaglia di Hillary Clinton e dei media che la sostengono. Eppure, sui Clinton pesano tante accuse imbarazzanti in materia di maschilismo e crimini sessuali. Dalle tre donne che accusano Bill di stupro

Come l’Egitto sta cambiando asse

Sisi si arrabatta tra crisi economica e potenziali nuovi alleati di Franco Moretti 18 / 10 / 2016 Se nel 2013 vi avessero detto che l’Egitto avrebbe votato contro gli Stati Uniti e l’Arabia Saudita ad una risoluzione ONU e che avrebbe appoggiato in

Nato, Russia e il futuro del Montenegro

In Montenegro, sull’altra sponda dell’Adriatico si sta consumando l’ennesimo braccio di ferro fra la Russia e l’Occidente, ma in Italia nessuno ne parla. Il voto per il rinnovo del parlamento del 16 ottobre è un appuntamento cruciale per il futuro della “montagna nera”, la

Francia, Russia: Hollande “suicida” la politica estera francese. E Putin cancella la visita

La Francia mai così servile dai tempi di Vichy Di Massimiliano Greco – 11 ottobre 2016 Il presidente russo Vladimir Putin ha preso la decisione di annullare la sua visita a Parigi prevista per il 19 ottobre. La scusa formale, offerta al pubblico dal

Colombia: altri cent’anni di solitudine ?

di Marco Consolo La Colombia ripiomba nell’incertezza dopo la vittoria di strettissima misura (50,2 a 49,8) del NO al referendum per la ratifica degli accordi di pace tra il governo colombiano e la guerriglia delle Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia (FARC-EP), firmati lo scorso

Autorità palestinese: sospese le elezioni comunali

L’Autorità palestinese ha sospeso le elezioni comunali previste per la fine del mese in Cisgiordania. Nel corso di un incontro settimanale tenuto oggi nel nord della città cisgiordana di Hebron, il governo palestinese con sede a Ramallah ha ordinato il rinvio di sei mesi delle

USA- Nicaragua: un brutto remake chiamato Nica Act

di Fabrizio Casari Come nel peggiore dei remake, l’ultradestra statunitense torna a minacciare il Nicaragua. Alcuni congressisti, guidati da Ileana Ross-Lehtinen (soprannominata “la loba feroz – la lupa feroce” e amica intima del terrorista cubano americano Luis Posada Carriles ndr) hanno fatto passare alla

Giulietto Chiesa: Arabia Saudita, dalla sua nascita, al sevizio degli USA

Giulietto Chiesa L’Arabia Saudita è da gran tempo, dalla sua nascita, al servizio degli Stati Uniti d’America. Creata e protetta dai colonialisti ha potuto sopravvivere grazie a uno scambio strategico: fornendo petrolio ai prezzi definiti dall’Impero in cambio della protezione fisica della monarchia e

Ungheria: un voto che spaventa gli eurocrati

“Vuoi che l’Unione europea abbia il diritto di disporre il ricollocamento obbligatorio di cittadini non ungheresi in Ungheria senza il consenso del Parlamento?”. E’ questo il quesito a cui i cittadini ungheresi dovranno rispondere Di Federico Gonzato – 28 settembre 2016 “Sono soltanto gli ungheresi

Guai per la Clinton Foundation

Se vincerà le prossime elezioni presidenziali di novembre, Hillary Clinton dovrà tagliare tutti i ponti con la Clinton Foundation. Parola di Bernie Sanders, la grande rivelazione di queste primarie democratiche che lo scorso luglio ha ufficializzato il suo endorsement in favore della ex rivale

Quanti sono in America a comandare? Resoconto di un caos letale.

Chi fa la politica estera americana, l’occasionale presidente  oppure il Partito della Guerra?”. La domanda l’ha posta il russologo di Princeton Stephen Cohen, ma echeggia da qualche giorno in  tanti analisti di peso, da Paul Craig Roberts a “The Saker”:  tutti sicuri il massacro

SIRIA, PAROLA D’ORDINE: DISINFORMAZIONE

(di Giampiero Venturi) 21/09/16 Rimaniamo su un piano oggettivo: in Siria c’è un governo, piaccia o non piaccia, legittimo e internazionalmente riconosciuto. La seconda cosa di per sé non garantisce la prima ed è bene a questo proposito fare una puntualizzazione. Esistono molti governi

Hillary Clinton a cena dai Rotschild

Hillary Clinton: l’ennesima marionetta dei Rotschild Hillary Clinton, discussa per non aver concesso una sola conferenza stampa in 280 giorni di campagna presidenziale, si è dimostrata fin troppo disponibile a rispondere alle domande degli esclusivi donatori che l’hanno sostenuta. Una situazione emblematica è quella ospitata due

Débâcle elettorale per Angela Merkel in Meclemburgo-Pomerania Anteriore

Il Meclemburgo-Pomerania Anteriore è una regione della Repubblica Federale Tedesca situata nella parte nord-orientale della Germania, nata dopo la seconda guerra mondiale dalla fusione delle regioni storiche del Meclemburgo e della parte occidentale della Pomerania rimasta in mano tedesca. Ha la più bassa densità

In Usa, “Alcuni” ci pensano. Molto seriamente

Provo a tradurre alla lettera: “L’elezione presidenziale può essere rimandata o anche cancellata se le teorie del complotto  diventano predittive, e un candidato muore o rinuncia prima dell’8 novembre.  L’alternativa – forse ugualmente sorprendente –  se  c’è abbastanza tempo: piccoli gruppi di persone che

Di male in peggio: la Clinton pone le premesse per relazioni sempre più ostili con la Russia

Cerchiamo di essere onesti: Hillary Clinton e Vladimir Putin non sono esattamente grandi amici. Ma la Clinton sembra essere intenzionata a fare peggiore una brutta situazione – e tutto pur di segnare alcuni punti politici a proprio favore. Il rapporto con la Russia è

UN ESEMPIO DI PAESE “SOROSIANO”: LA ROMANIA CONTEMPORANEA

La Romania è uno dei Paesi europei che è più orientato verso il progetto geopolitico atlantista. Nonostante il suo popolo professi per la stragrande maggioranza la fede cristiano-ortodossa, le sue élites seguono una linea “pro-UE” e filoamericana. La ragione è molto semplice: si tratta

L’elezione in Nicaragua sarà un test

Dopo che tre statunitensi dell’ambasciata degli Stati Uniti furono accusati di spionaggio e cacciati dal Nicaragua, una protesta fu presentata a Managua contro questa decisione “ingiustificata”, e il governo nicaraguense venne avvertito che il rapporto tra i due Paesi subirà un danno inevitabile nel

La disperazione degli USA e il ritorno di Kissinger

L’élite anglo-statunitense appare molto preoccupata dai neocon (Bush/Clinton) ancora incapaci di fermare, o anche rallentare, la Russia. Sono sempre più seccati dagli impotenti e isterici Rambo guerrafondai neocon di sinistra e di destra appollaiati su Hillary Clinton. L’élite anglo-statunitense cerca una via d’uscita e,

Erdogan con le polveri bagnate a San Pietroburgo

Tutti gli studenti in legge del Regno Unito, affrontano il primo caso di dolo colposo, studiando la sentenza Scott v Shepherd, del 1773, in cui un uomo in un mercato fu colpito in faccia da un fuoco d’artificio acceso accecandolo. La norma giuridica fu