Geopolitica Archive

La politica transatlantica del Bail-in trascina il mondo verso la guerra

Da quando il mese scorso i ministri delle Finanze europei hanno adottato lo schema del prelievo forzoso (bail-in) per colpire azionisti, obbligazionisti e depositi bancari, l’intero sistema finanziario monetarista che fa perno sulla City di Londra e Wall Street è spacciato. Dal punto di

LE POTENZE EMERGENTI E L’ORDINE INTERNAZIONALE

Giulia Micheletti :::: 9 aprile, 2014  Il conflitto fra Russia e Ucraina, e la conseguente proclamazione della secessione della Crimea, parlano non solo di equilibri geopolitici e di un presunto ritorno alla Guerra Fredda, ma di un tema di particolare rilievo: la forma che

La Casa Bianca mente all’UE sulle forniture di gas dagli USA

William Engdahl New Oriental Outlook 04/07/2014 La Casa Bianca e il dipartimento di Stato con faccia di bronzo hanno fatto promesse ai governi dell’UE sulla capacità degli Stati Uniti di fornire abbastanza gas da sostituire quello fornito dai russi. Le recenti dichiarazioni del presidente degli Stati

Mosca è pronta per un riavvicinamento strategico con Teheran

Nikolaj Bobkin, Strategic Culture Foundation 26/03/2014 L’espansione militare degli Stati Uniti di solito è accompagnata da un appuntamento fisso nella politica estera statunitense: la pressione delle sanzioni contro la Russia. Gli USA ora agiscono senza riguardo per il diritto internazionale, costruendo la propria coalizione contro la

Gli USA usano l’Ucraina come pretesto per lanciare la guerra energetica contro la Russia

Nikolaj Bobkin Strategic Culture Foundatione 31.03.2014 Quando è diventato chiaro che le sanzioni economiche contro la Russia si ritorcono contro Stati Uniti ed Unione europea, l’occidente ha iniziato a studiare altri modi per “punire” la Russia, come abbatterne le quote di mercato dell’energia. Obama ha promesso

Con l’annessione della Crimea Putin abbatte i costi del gasdotto South Stream

di Francesco Filini Esiste una guerra energetica di cui i media si guardano bene dal parlare, USA e Russia si contendono la leadership di venditori di risorse energetiche all’Europa, divenuta nel corso degli anni una grande colonia per la pressoché totale dipendenza energetica, come

BRICS svolgono ruolo di bilanciamento globale

Debidatta Aurobinda Mahapatra, RIR, 26 marzo 2014 I ministri degli Esteri dei Paesi BRICS hanno ribadito, durante il loro incontro a margine del vertice sulla sicurezza nucleare a L’Aja, la loro posizione contro le sanzioni come strumento per risolvere il conflitto sull’Ucraina. Ancora più importante,

SECONDA MOSSA DA SCACCO MATTO DI PUTIN: VISA E MASTERCARD ESPULSE DALLA RUSSIA, NASCE IL CIRCUITO ”PRO100”

MOSCA – Altra straordinaria mossa da scacco matto di Putin, dopo quella di usare la valuta cinese e non più l’euro o il dollaro americano come valuta di riserva: l’intera Russia esce dal circuito Visa – Mastercard e si organizza per avere le proprie

ALLERTA PETRODOLLARI: PUTIN SI PREPARA AD ANNUNCIARE IL “SANTO GRAAL” DEL COMMERCIO ENERGETICO [L’ACCORDO PER LA VENDITA DI GAS NATURALE ALLA CINA]

FONTE: Zero Hedge “Se era intenzione dell’Occidente, nell’ambito del processo di marginalizzazione del Dollaro, mettere assieme la Russia con la Cina [ovvero una superpotenza delle risorse naturali – anche se un po’ corrotta – ed uno dei centri mondiali del capitale e del lavoro –

“L’ARTE DELLA GUERRA” E LA RUSSIA DI OGGI…

Da Voci Dalla Strada di Alba Kan Cosa ci viene insegnato nelle scuole di strategia militare? Accomodatevi, vi porterò in viaggio sui banchi di una scuola di strategia militare. Studieremo la crisi ucraina dal libro di strategia militare ampiamente utilizzato nell’addestramento dei militari russi e cinesi.

Il giudizio di Noam Chomsky sull’attuale situazione in Ucraina e Crimea

Di Salvatore Santoru Il noto linguista e sociologo nonchè esperto di politica internazionale Noam Chomsky , in una recente intervista  al quotidiano il Manifesto , ha detto molte cose interessanti e abbastanza condivisibili sull’ attuale situazione politica che vige in Ucraina e in Crimea .

Valutare costi e benefici “punendo la Russia”

Eric Draitser New Oriental Outlook 17/03/2014Con il referendum sull’indipendenza di Crimea e la possibile riunificazione con la Russia, ora in corso, gli Stati Uniti e i loro alleati europei hanno minacciato azioni punitive contro Mosca. Tali misure comprendono la negazione dei visti, congelamento dei beni, forse

Crimea: tutta la verità e oltre

di Maurizio Elia Spezia –  Cosa sta accadendo davvero in Crimea ed in Ucraina? Abbiamo, fortunatamente dei contatti in quei posti che ci aiutano a capire meglio la situazione, incominciamo con un sms che abbiamo recuperato da un nostro contatto: Crimea is celebrating! We

Da Priština a Simferopoli

di: Fabrizio Fiorini fabrizio.fiorini.1976@gmail.co Affari in vista per gli istituti geografici, per i cartografi, e per la vecchia gloriosa Consociazione Turistica Italiana, che saranno costretti, per l’ennesima volta, a ristampare ex novo le cartine del Vecchio Continente. E anche i consulenti politici dei geografi avranno

Mosca inverte i ruoli a Kiev

«Sotto i nostri occhi», cronaca di politica internazionale n°72 di Thierry Meyssan. Mentre i dirigenti della NATO si beano del colpo di Stato di Kiev, che presentano all’opinione pubblica come un’ulteriore rivoluzione, la situazione è invertita sul terreno. Invece che a un governo di

Sapir: Crimea e Diritto Internazionale

  di Voci dall’estero Da Sapir una analisi della difficile situazione Ucraina dal punto di vista del diritto internazionale. Anche qui, i nostri governanti si muovono con assoluta incompetenza e  con una tracotanza che ci mette tutti a rischio. Gli eventi hanno subito un’accelerazione in

Ucraina, tra referendum e squadrismo

Da Sito Aurora di Alessandro Lattanzio, 12/3/2014 In vista dell’indipendenza della Crimea, il governo golpista a Kiev aveva chiesto la mobilitazione dei riservisti, ma nessuno si era presentato, perciò i golpisti hanno iniziato a formare la propria “Guardia Nazionale” composta da squadristi che si rifanno alla

UCRAINA: L’ARGOMENTO CONTRO LA RIVOLUZIONE

“Il presidente ucraino Viktor Yanukovich era un criminale e un truffatore, come Saddam Hussein!” ha esclamato il giornalista sullo schermo del televisore mentre mangiavo la mia zuppa al pollo e cercavo di mantenere il controllo. Questo è avvenuto durante un programma di finanza e

Putin trionfa in Ucraina

Andranik Migranjan National Interest 6 marzo 2014. Una valanga d’informazione demonizza Putin e la Russia dipingendoli come aggressori. Oltre a varie dichiarazioni di coloro che chiaramente vivono ancora, e felicemente, nella Guerra Fredda, come i senatori John McCain e Lindsey Graham, analisti di Fox News e