Geopolitica Archive

Russofobia

Con i recenti accadimenti in Ucraina a seguito dell’Euromaidan e le conseguenti reazioni in ambito politico, diplomatico e di opinione pubblica negli USA e in Europa, il tema delle relazioni tra Russia e Occidente, con particolare attenzione alle categorie secondo cui l’Occidente guarda, pensa

LA NATO NEI BALCANI

La questione balcanica negli equilibri dei rapporti tra Nordamerica ed Europa: convergenze e divergenze Non può dirsi che abbia avuto torto, il politologo statunitense Barry Buzan, nell’affermare che in seguito alla Guerra Fredda è avvenuto un processo di “ridistribuzione dei dividendi della potenza” a

L’Eurasia costruita da Cina e Russia

F. William Engdahl New Eastern Outlook 25/05/2016 Nel 1865, alla fine della guerra civile statunitense, il giornalista di New York Horace Greeley rese popolare l’espressione “Vai ad ovest, ragazzo, e cresci col Paese“. Oggi, 150 anni dopo, mentre l’economia colossale degli Stati Uniti d’America sprofonda

Il leader del Giappone visita la Russia contro il volere degli Stati Uniti

Alex Gorka Strategic Culture Foundation 13/05/2016 Il 6 maggio il Presidente Vladimir Putin incontrava il Primo ministro giapponese Shinzo Abe nella località del Mar Nero di Sochi. I leader hanno discusso dei modi per rafforzare i legami bilaterali e risolvere la disputa territoriale sulle isole

L’Algeria si avvicina al Blocco anti-NATO

Brandon Turbeville, Activist Post, 19/05/2016 Mentre la crisi siriana si trascina e le speranze di una risoluzione pacifica o, per lo meno, del ritorno alla relativa normalità in Libia sembrano molto distanti, l’Algeria dovrebbe, ormai, iniziare a sospettare che possa presto trovarsi nel mirino anglo-statunitense.

La Russia costruisce legami con gli scontenti alleati degli USA in Asia

Fornendo ai sud-est asiatici un modo di diversificare le relazioni estere riducendone la dipendenza politica dagli Stati Uniti Salman Rafi Asia Times 20 maggio 2016 – Russia Insider Impercettibilmente, la Russia è certamente sulla buona strada per costruire relazioni positive, se non alleanze strategiche, nella regione

La Germania si apre al mondo multipolare

Le parole del premier russo Dmitij Medvedev in occasione dell’ultima Conferenza sulla Sicurezza di Monaco hanno generato ampi dibattiti e grandi critiche:”Viviamo in un tempo di una nuova Guerra Fredda, nel quale le relazioni tra l’Unione europea e la Russia si sono rovinate. È così

Russia, Iran e Azerbaigian si accordano sul corridoio strategico

F. William Engdahl New Eastern Outlook 06/05/2016 Tutti i media mainstream occidentali hanno trascurato, seguendo le recenti tensioni militari tra Armenia e Azerbaigian sul conflitto latente per l’enclave montuosa del Nagorno-Karabakh, l’annuncio del Ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov dopo i colloqui con la controparte

Si aprono i giochi in Libia, Al-Serraj chiede l’intervento dell’Occidente

di Salvo Ardizzone La richiesta del premier libico Al-Serraj per ottenere la protezione internazionale sul petrolio e sulle piattaforme di estrazione in mare, anche se menzionava il pericolo dell’Isis, in realtà aveva tutt’altro obiettivo, assai più concreto delle scalcinate milizie del “califfo” evocate solo

Ciò che Obama condivide con Assad, Russia e Yemen, il ricatto saudita

Finian Cunningham, Strategic Culture Foundation, 24/04/2016 La visita del presidente degli Stati Uniti Barack Obama in Arabia Saudita è stata definita un tentativo di Washington per riparare i rapporti tesi con l’alleato arabo. Tuttavia si scopre che Obama avrebbe molto in comune con Assad,

Obama tra “Brexit” e TTIP

di Michele Paris Il tema dominante della visita di questi giorni in Europa del presidente americano Obama è senza dubbio rappresentato dai timori di Washington per le rivalità, le divisioni e la grave crisi che stanno attraversando i paesi dell’Unione sotto le pressioni di

SANZIONAMI QUESTO!

Da conflittiestrategie.it Le sanzioni comminate contro gli Stati che si mettono fuori dalle regole mondiali non sono mai servite a molto nella storia. Chi le decreta, dall’alto di rapporti di forza favorevoli, punta piuttosto a verificare la lealtà degli alleati alla sua causa di fronte

Colpo anti-italiano nella Libia in dissoluzione

Richard Galustian, Moon of Alabama Il General National Accord (GNA) sostenuto dalle Nazioni Unite è arrivato a Tripoli più di una settimana fa, e gli eventi attuali puntano sempre più al colpo di Stato. Nel frattempo, il premier designato presso il GNA improvvisamente vola

La Siria nella geopolitica: cinque anni dopo

Omar Rafael García Lazo, al-Mayadin – South Front E’ ampiamente noto come Washington e Londra videro l’ascesa di Hitler in Germania con speranze antisovietiche. L’avvicinamento della Cina aveva motivazioni antisovietiche orchestrate dalla Casa Bianca. È nota la posizione degli Stati Uniti nel conflitto iraniano-iracheno,

Alleanza strategica fra Austria e Russia

Di Giovanni Masini La compattezza della politica anti-russa dell’Unione Europea è incrinata. A infrangere il muro dell’ostilità nei confronti di Mosca è l’Austria, che all’inizio di questa settimana ha fatto sapere, per bocca del Capo di Stato Maggiore generale Othmar Commenda, che le forze

LA GEOPOLITICA RUSSA NELL’ARTICO

INTERVISTA AL PROF. ARDUINO PANICCIA DIRETTORE DELL’ASCE ED ANALISTA DI STRATEGIA MILITARE E DI GEOPOLITICA. A cura di Giovanni Caprara L’istituto di statistica russo Rosstat ha identificato le sanzioni comminate alla Russia dall’Occidente ed il calo del petrolio come l’effetto della diminuzione del PIL

Financial Times. La Russia ha cambiato l’ordine mondiale

Con il presidente Vladimir Putin al comando, la Russia è riuscita a “cambiare l’ordine mondiale” esistente e, allo stesso tempo, la propria immagine, scrive Eugene Rumer, direttore del programma per la Russia e l’Eurasia presso il Carnegie Endowment for International Peace e ex dipendente

Dossier e paper nella valigia di Kerry

Cappa e spada nella valigia di Kerry Phil Butler NEO 03/04/2016 Il 24 marzo il segretario di Stato degli USA John Kerry scese dall’aereo all’aeroporto di Mosca portandosi una valigia. Arrivando ai negoziati con il Presidente russo Vladimir Putin, il noto alto statista sembrava

Il ruolo della SCO nel mondo multipolare

Tayyab Baloch Gpolit 30 marzo 2016 La Russia ha scoperto e sconfitto l’ambizione del mondo unipolare del cambio di regime in Siria. La vittoria russa contro il terrorismo ha scatenato la guerra ibrida tra Stati multipolari e mondo unipolare dall’Ucraina al Brasile. Ecco perché

L’intesa Russia-Cina volge verso l’alleanza

MK Bhadrakumar, Indian Punchline, 26 marzo 2016 Per più motivi, la visita a Beijing di questa settimana di Sergej Ivanov, capo del personale dell’ufficio esecutivo del Presidente della Repubblica, al Cremlino, non può passare inosservata. Ivanov viaggia raramente all’estero (data la natura del suo

Come la Russia ha rovinato i piani statunitensi sulla Crimea

Le sanzioni come vendetta per la Crimea: i piani statunitensi furono rovinati 2 anni fa Viktor Sokirko, Fort Russ, 19 marzo 2016 La Crimea viene paragonata a una portaerei per una ragione, chi la controlla può controllare tutti i Paesi del bacino del Mar

La politica estera russa fra rinascita e nuove sfide

Alessandro Balduzzi Il ritorno di Mosca alla ribalta sulla scena internazionale è avvenuto con una politica assertiva le cui radici affondano nella rinascita russa dopo lo smembramento dell’Unione Sovietica. Tramontato il bipolarismo, la Russia di Eltsin si è rivolta ad Ovest avvicinandosi a istanze

Ucraina, un conflitto dimenticato e mai risolto

di Salvo Ardizzone Da mesi l’Ucraina è scomparsa dai media occidentali focalizzati sulle crisi mediorientali (guerre, migranti, minacce terroristiche vere e montate, etc.), ma quel conflitto è tutt’altro che risolto e tanto meno avviato a soluzione, anzi. Nella realtà, gli accordi del Minsk 2

Algeria-Russia: una vecchia amicizia che affronta nuove sfide

Histoire et Societé – 28 febbraio 2016 Un articolo da leggere con attenzione perché riflette il fatto che i dirigenti algerini (cioè l’esercito) è consapevole di essere il prossimo obiettivo della NATO, ma non ha deciso come proteggersi. Cedere alle sirene occidentali e ai

Il Cremlino imbarazzato dalla lettera di Trump a Putin ove si che suggerisce che il Giudice della Corte Suprema USA sia stato assassinato

Sorcha Faal  Un rapporto confidenziale che fa riflettere pubblicato oggi al Cremlino da parte dell’Ufficio del Presidente (PO) mostra i vertici della Russia in subbuglio, dopo aver ricevuto dal candidato alla presidenza USA Donald Trump una lettera privata indirizzata al Presidente Putin in cui questo

Per una critica del radicalismo liberale

Da Bye Bye Uncle Sam “Il radicalismo liberale postmoderno è l’unico e solo totalitarismo del nostro tempo storico e per legittimarsi strumentalmente come suo contrario, ossia come “religione identitaria salvifica” apportatrice di “libertà” e di “democrazia”, deve costruirsi un vero e proprio “bestiario” di eterogenei

Il mondo multipolare

Da Bye Bye Uncle Sam “È assolutamente evidente che un ordine mondiale multipolare non solo differisce da quello unipolare, ma si pone piuttosto come la sua diretta antitesi. L’unipolarismo presuppone un egemone ed un centro di decisione, mentre il multipolarismo esige un gruppo di centri,

La Russia nella guerra invisibile

Rostislav Ishenko, RIA Novosti – South Front Rostislav Ishenko risponde alla domanda su come la Russia ha potuto in venti anni, senza guerre e sconvolgimenti, risollevarsi dallo status di semi-colonia in disintegrazione a un leader mondiale.Gli “strateghi” da cucina che credono che un attacco

Sei risultati inattesi dei raid aerei russi in Siria

Rakesh Krishnan Simha RIR 13 ottobre 2015 Mosca usa la sua massiccia potenza di fuoco per sottomettere il terrorismo e alterare drasticamente l’equilibrio di potere in Medio Oriente. Ma ci sono altri vantaggi imprevisti. Con gli attacchi aerei devastanti su SIIL e gruppi ribelli

Movisol: è ora di destituire Obama

La Russia ha lanciato in Siria un’offensiva aerea, terrestre e navale, in collaborazione con l’esercito siriano e con il supporto degli Hezbollah e di corpi speciali dell’esercito iraniano. Gli obiettivi principali sono lo Stato Islamico e l’Esercito di Conquista, creazione saudita controllata da Al-Qaeda

Ripristinare le relazioni diplomatiche con la Repubblica Araba Siriana

Risoluzione in commissione 7-00771 presentata da Manlio Di Stefano e altri deputati del M5S Mercoledì 16 settembre 2015, seduta n. 483 La III Commissione (Affari esteri e comunitari), premesso che: la Siria dal 15 marzo 2011 vive una terribile guerra per procura alimentata da terroristi

Siria, così Putin è riuscito a isolare Obama

Accordo di cooperazione russo-israeliano per operare in Siria. Dall’asse con Assad all’intesa con l’Iran: ecco come Putin è riuscito a isolare politicamente Washington Alberto Bellotto – Mar, 22/09/2015  Invia armi, stringe alleanze e rassicura gli alleati. È una Russia che gioca il ruolo da

Putin parla a Netanyahu: sarcasmo contro chutzpah

di Maurizio Blondet 23 settembre 2015 Netanyahu s’è precipitato a Mosca, ha voluto assolutamente parlare con Putin, ed è stato accontentato. Si è lamentato perché il nuovo armamento russo fornito alla Siria è una minaccia esistenziale per Israele, povera angelica nazione sempre in pericolo. Secondo

Perché la Siria è la Stalingrado della Russia

Parmen Posokhov, Trymava, 21 settembre 2015 – Fort RussAl centro della storia c’è la geografia. Un fatto che la maggior parte delle persone spesso non capisce, perché semplicemente non conosce la geografia. Quando ascolto molti politici, politologi, soprattutto liberali, inevitabilmente contesto le loro conoscenze

RUSSIA E ISRAELE S’INTENDONO. SCACCO AGLI USA DI OBAMA

(di Giampiero Venturi) 22/09/15 Russia e Israele non si sono mai amati. Al di là delle considerazioni di facciata secondo cui molti cittadini dell’ex Unione Sovietica a suo tempo sono emigrati nello Stato ebraico, due fattori hanno sempre creato attrito: – un antisemitismo latente