Europa Archive

L’OSSIMORO DELL’EUROPEISTA IN BUONA FEDE

In Francia il presidente Hollande persiste nel suo progetto di “riforma” del lavoro, incurante delle proteste dei lavoratori, perché tanto “glielo chiede l’Europa”, anzi la Banca Centrale Europea. Un’altra spirale di recessione e di compressione della domanda interna che farà saltare anche ogni previsione

Si affrettano a dire che ora tutto cambierà e che l’Europa unita sarà diversa

Vediamo: 25 marzo 1957, nasce la CEE (Comunità Economica Europea). L’Inghilterra, meglio dire la Gran Bretagna, non c’era. In prospettiva non ci sarà più. Ma vista la china cui sta scivolando la UE (Unione Europea) di adesso, arriveremo ancora a qualcosa di simile alla

LA DITTATURA DELLA UE

Ma sì diciamocelo francamente: l’Europa, proprio come l’Unione Sovietica, esiste in quanto antidemocratica. La considerazione emerge chiaramente in queste vedendo come stanno cercando di annullare il voto di in Gran Bretagna. Sono già in corso le grandi manovre per spiegare che il risultato delle

Brexit: la rivincita dei ceti rurali e operai

 Con la vittoria della cosidetta Brexit, sono uscite a destra e a manca numerose interpretazioni del voto. Una di quelle più interessanti riguarda la geografia del voto: i voti per la permanenza si sono avuti principalmente nelle grandi città (Londra, Cardiff, Edimburgo, Belfast), quelle dove hanno

L’Europa viene spazzata via? È tutta colpa delle élite

Questa macchina distrugge tutte le conquiste sociali ottenute da due secoli. Avrei votato per l’uscita DI MICHEL ONFRAY – 27 GIUGNO 2016 Il celebre e controverso filosofo francese Michel Onfray, critico feroce — da sinistra — del governo socialista e delle élite europee, ha

Brexit, l’Ue non fa sconti a Londra: “Ora andate via al più presto”

Vertici Ue dispiaciuti dalla Brexit: “Situazione senza precedenti”. Ma a Bruxelles si prepara la vendetta: “Un posto speciale per il Regno Unito non sarà più possibile” Sergio Rame – Ven, 24/06/2016  Le istituzioni comunitarie chiedono al Regno Unito di lasciare l’Ue rapidamente, nel rispetto

REGNO UNITO, È DAVVERO BREXIT. LONDRA VERSO UN’AREA DI LIBERO SCAMBIO CON L’UE

Il Regno Unito beffa i mercati e i bookmaker, che negli ultimi giorni davano quasi per certa la permanenza del Paese nell’Unione Europea, e si avvia verso la cosiddetta Brexit. REFERENDUM CONSULTIVO Il referendum tenutosi ieri 23 giugno era consultivo. Spetterà ora al parlamento

SACCHEGGIO DELLO STATO GRECO: LA COMMISSIONE EUROPEA PRETENDE L’IMMUNITÀ PER GLI ESECUTORI

Ecco come avviene il “risanamento” delle finanze dei paesi periferici: gli edifici governativi vengono svenduti ai privati, con l’obbligo per il governo di riprenderli in affitto, che va pagato anche se non vengono utilizzati. E cosa avviene ai funzionari UE che hanno imposto queste

PERCHÉ LA RUSSIA SALVERÀ IL MONDO

«Correvate intorno come scarafaggi quando avete saputo che stavo arrivando. Avete preso in ostaggio gli operai di questa fabbrica, con la vostra ambizione, incompetenza e pura avidità. Ci sono in ballo migliaia di vite, è assolutamente inaccettabile. Se voi proprietari non potete raggiungere un

Telegraph, documenti declassificati. “L’Ue è sempre stata un progetto della CIA”

Il fatto che gli Usa, con Obama che si è chiaramente espresso in violazione della sovranità interna del Regno Unito, si sia attivamente schierato contro la Brexit è normale scrive il Telegraph a firma Ambrose Evans Pritchard. Del resto “l’integrazione europea fin dall’inizio è

Voglia di trasparenza: l’Europa si mobilita per un Registro dei lobbisti obbligatorio

Proseguono gli sforzi verso una normativa europea più chiara e decisa sulle lobby Non solo in Italia: anche in Europa il lobbying è ammantato da un velo di incertezza normativa e di sfiducia da parte di istituzioni e cittadini. Anche per questo, nelle ultime

Che fine ha fatto il referendum anti-UE in Austria?

DA FEDERICO MUSSO   Sebastiaan ter Burg Fanno scalpore in questi giorni le notizie della costruzione di un muro anti-immigrazione al Brennero e la lo straordinario risultato del Partito della Libertà alle elezioni presidenziali in Austria. Un segnale forte contro le politiche dell’Unione Europea

€uro, €uropa e lotta di classe

“In regime capitalistico, gli Stati Uniti d’Europa equivalgono ad un accordo per la spartizione delle colonie. Ma in regime capitalistico non è possibile altra base, altro principio di spartizione che la forza. Il miliardario non può dividere con altri il “reddito nazionale” di un

Il “suicidio per negazione della realtà” dell’UE

Saker, 7 aprile 2016 Ciò che doveva accadere è accaduto. L’UE, essendo una catena di anelli deboli, infine ha ceduto e gli olandesi sono i primi a votare contro l’associazione con l’Ucraina. Naturalmente, gli euroburocrati troveranno qualche scusa per dichiarare il voto non valido,

CONTRO LA “UNIONE PER LA SICUREZZA E LA DIFESA”

Dal sito di Asimmetrie un importante articolo sul progetto UE di integrazione nel campo della difesa (l’ultimo baluardo della sovranità!),  progetto portato avanti nonostante la crescente disaffezione popolare e sulla base della solita urgenza da shock economy.  Per un approfondito commento sulle conseguenze a cui tutto questo ci porterà, rimandiamo a Più guerra:

GB: Cameron tra “Brexit” e tagli

di Michele Paris Lo scontro interno al Partito Conservatore in Gran Bretagna attorno al referendum sull’uscita del paese dall’Unione Europea si è aggravato in questi giorni a seguito delle polemiche che hanno accompagnato la proposta per il prossimo bilancio statale presentata dal Cancelliere dello

LA BOMBANCA CENTRALE EUROPEA

Mentre la nostra opinione pubblica era ancora distratta da questioni decisive come le unioni civili, verso la metà di febbraio l’Assemblea Nazionale francese approvava silenziosamente l’estensione dello stato di emergenza sino al prossimo 26 maggio. In Francia si prospetta quindi un semestre (solo un

Figli e figliastri: tutte le deroghe e furbate permesse dalla UE agli altri Paesi

Se c’è un articolo involontariamente umoristico nei Trattati europei questo è l’art. 3 del TUE, il quale, fra le varie mirabili cose che dovrebbe fare la UE afferma spavaldamente “Essa promuove la coesione economica, sociale e territoriale, e la solidarietà tra gli Stati membri.“.

Irlanda, le regole per i lobbisti sono più ferree che in Gran Bretagna

Scritto il 2016-01-29 da Giovanni Gatto  Ci sono stati molti lamenti silenziosi e stridore di denti da parte di alcuni lobbisti professionisti in Irlanda, con le novità prorompenti della scorsa settimana sul nuovo regime di comunicazione al pubblico e di registrazione del lobbying. La

Francia, presentata proposta di legge per l’uscita dalla Nato

Tre deputati del partito comunista francese chiedono che la Francia riacquisti “la propria sovranità in conformità agli interessi del popolo”. Si allarga a geometria variabile in Europa il fronte anti Nato. Presentata in Francia dai deputati Jean-Jacques Candelier, Patrice Carvalho e Gaby Charroux del partito comunista

Il Consiglio europeo cede alle pressioni di Cameron: addio previdenza sociale per chi si sposta in Europa

DA CAMBIAILMONDO ? 03/02/2016 ? di Carlo Caldarini (*) Il Consiglio europeo cede alle pressioni di Cameron e accetta di limitare i diritti alla previdenza sociale dei lavoratori europei Il Consiglio europeo cede a buona parte delle richieste di David Cameron anche sul tema

LA SINDROME DI VENTOTENE

da ANARCHISMO C.O.M.I.D.A.D. Nel suo discorso di Ventotene del 30 gennaio, Matteo Renzi ha paventato la fine di un’Europa nella quale sia disatteso o abbandonato il Trattato di Schengen sulla migrazione. Qualche anno fa era di moda irridere al “benaltrismo”, cioè al rifiutarsi di affrontare

ROMPERE LA GABBIA DELL’UE, FUGGIRE DAL RECINTO ATLANTICO

Di CONFLITTI E STRATEGIE di Gianni Petrosillo Se l’Europa è la nostra gabbia, il patto Atlantico è il recinto circondato dal filo spinato nel quale siamo tenuti prigionieri. Anche rompendo la stia ci ritroveremmo, ugualmente, in ambiente ostile. La fuga dal campo occidentale si dimostra davvero ardua

RICHARD KOO: L’INTERA CRISI DELL’EUROZONA È INIZIATA CON UN GIGANTESCO SALVATAGGIO DELLA GERMANIA

Già segnalato da Orizzonte 48, traduciamo questo articolo di 3 anni fa di Business Insider. Il noto economista Koo rintraccia la causa del problema di competitività che affligge il Sud Europa: non la pigrizia dei suoi abitanti – teoria molto in voga e in odore

Bruxelles apre una procedura contro la democratica Polonia. Pazzesco!

Uno scontro fortissimo è in corso fra Polonia da un lato e Germania e UE dall’altro. Per la prima volta la Commissione europea ha deciso di avviare contro la Polonia la procedura cosidetta dello stato di diritto, un meccanismo preliminare che consentirà a Bruxelles

L’Europa gerarchica e la ri-definizione dello Stato-nazione

DA CAMBIAILMONDO ? 07/10/2015 di Tommaso Nencioni Il dibattito suscitato dalla proposta di Mario Draghi di dotare l’Unione europea di un unico Ministro delle finanze – il ché costituirebbe un passo di per sé decisivo verso l’unione federale – pone una sfida anche alle

E se il Tribunale di Genova spazzasse via l’UE? Il Giudice si è riservato la decisione dopo la discussione in aula.

di Marco Mori E se il Tribunale di Genova spazzasse via l’Europa? All’udienza di oggi il Giudice, Dott.ssa Calcagno, dopo la discussione delle parti, ha trattenuto la causa a riserva in merito al fondamentale tema della sovranità nazionale. Il Tribunale emetterà dunque a breve, senza nessuna

Putin ha di nuovo sorpreso i nostri stolidi ottusi dittatori?

Maurizio Blondet 15 settembre 2015 Anzitutto vorrei mostrare come la vera dittatura totale e stolida, sotto cui soffochiamo, sia l’Ottusità. Cominciamo con la Cancelliera. L’ultima notizia: “Berlino minaccia di tagliare  i fondi UE ai paesi  che si oppongono alle quote di rifugiati”. Ora, se

La Boldrini firma per gli Stati Uniti d’Europa!

Pubblicato 15 settembre 2015 – 15.50 – Da Claudio Messora “Noi, Presidenti della Camera dei Deputati italiana, dell’Assemblée nationale francese, del Bundestag tedesco e della Chambre des Députés del Lussemburgo, che detiene attualmente la Presidenza del Consiglio dell’UE e della Conferenza dei Presidenti dei

L’Europa governata dalle lobby (Internazionale)

(Antonio Pollio Salimbeni) Tre parlamentari europei – tra cui l’ex ministro dell’interno austriaco Ernst Strasser, del Partito popolare, poi condannato – pizzicati a chiedere centomila euro a dei giornalisti che si spacciavano per lobbisti in cambio della presentazione di alcuni emendamenti a una direttiva

UE: pronto il piano di comunicazione (disinformazione) strategica contro Putin

Da Imola Oggi mercoledì, 24, giugno, 2015   Mentre in Europa ci sono 124 milioni di poveri, la Ue ha deciso di gettare dalla finestra il denaro dei contribuenti preparando un “Piano d’azione per la comunicazione strategica” per contrastare la propaganda russa, ovvero per fare

La Russia e il Nuovo Ordine Mondiale

Andrej Fursov Russie Sujet Geopolitique 22 Giugno 2015 Nel giugno 2015 il sito di Svobodnaja Pressa ha pubblicato un articolo riportato sui siti del Club d’Izborsk e dell‘autore, con il titolo “Il G7 può abbandonare i piani”, contenente un’intervista allo storico e politologo Andrej Fursov.

Europa: SALVARE la PACE SCONFIGGENDO le ELITES

Niente soldi per la pace sociale in Grecia – Pioggia di fondi per la guerra civile dei golpisti dell’Ucraina  Tito Pulsinelli  Il limone è stato spremuto fino in fondo, rimane solo la buccia. E’ salutare arrendersi all’evidenza e guardare la sostanza. E’ il denaro

Scalfari ci riprova: “E’ arrivato il momento della fine definitiva degli stati nazione europei”

L’Europa “politica” viene raffigurata come la soluzione al problema della crisi permanente che gli stessi tecnocrati hanno creato di @CesareSacchetti L’estate è la stagione preferita di Eugenio Scalfari. Possiamo dirlo, non perché abbiamo una diretta conoscenza della penna di Repubblica, ma perché spesso in

LE RAGIONI DI MOSCA

Da CONFLITTI E STRATEGIE di Gianni Petrosillo L’Europa ha reagito scompostamente alla “chernyy spisok”, la “black list”, stilata da Mosca contro cittadini dell’Ue, ai quali viene precluso l’ingresso sul territorio della federazione. Guardando ai nomi di costoro non c’è da sorprendersi, sono tutti acerrimi nemici della