Terrorismo Archive

Sirte, i jihadisti si imbarcano per l’Italia

Dieci giorni fa, avevamo parlato di un possibile pericolo per l’Italia: i jihadisti dell’Isis,intrappolati a Sirte, salpavano con i barconi per cercare la fuga nel Mediterraneo. Impossibile, all’epoca, ipotizzare una meta chiara. L’Italia, per vicinanza geografica, era ovviamente la più probabile. Tant’è che oggi

FBI: la fabbrica del terrore

Quali potrebbero essere le implicazioni e i riflessi politici e sociali negli Stati Uniti se dovesse emergere che la minaccia di attentati terroristici sul suolo domestico è in gran parte non solo alimentata, ma fabbricata dalle forze di polizia ? La domanda è del

Si chiude la morsa sul terrorismo di Obama

Il Ministero della Difesa della Siria incontra quelli di Russia e Iran nel vertice risolutore, siglando il destino del fallimento politico saudita-sionista-atlantista Ziad Fadil, Syrian Perspective 8/6/2016 Il volto del Generale Shojgu dice molto sulla Russia e la sua demografia. La Russia è ad est

Kiev snodo del terrorismo islamico

Il sito di attivisti ucraini cyberberkut intercetta alcune email del deputato della Rada di Kiev, Andrei Bogdanovich. Viene alla luce un documento segreto. Il tema sono le forniture di armi ai terroristi islamici in Siria che da Kiev devono essere spostate verso Ryad e dalla

Jabhat al-Nusra riceve tutti i giorni forniture di armi dalla Turchia

di Il Faro sul Mondo “Il gruppo terroristico Jabhat al-Nusra riceve quotidianamente spedizioni di armi provenienti dalla Turchia”, a riferirlo durante un’intervista il Capo di Stato Maggiore russo, tenente generale Sergei Rudskoy. Durante il cessate il fuoco, Jabhat al-Nusra – continua il generale – ha

Così i sauditi aiutano Isis in Kosovo

Avete presente l’iniziativa del collettivo artistico PixelHELPER? Una settimana fa hanno proiettato sull’ambasciata saudita a Berlino la bandiera nera del Califfato corredata dalla scritta “Banca dell’Isis”. Un gesto certamente forte e che ha anche una base di verità. I miliziani dello Stato islamico infatti si trovano già in Europa perché

Per combattere il terrorismo basterebbe non avere paura

Marco Cedolin Il fenomeno del terrorismo è un qualcosa che ci accompagna fin da quando eravamo bambini. A partire dagli anni 60 del secolo scorso, in Italia, furono molte le stragi senza senso e senza “colpevoli” che insanguinarono il Paese, a partire da quella

L’11 settembre e l’Arabia Saudita

di Michele Paris Il dibattito in corso negli Stati Uniti sul possibile coinvolgimento di esponenti della monarchia saudita nell’organizzazione degli attentati dell’11 settembre 2001 si è infiammato questa settimana dopo l’approvazione di una legge cruciale da parte del Senato di Washington. Il provvedimento in

Libano: battaglia sul confine siriano, l’esercito attacca postazioni Isis

di Il Faro sul Mondo L’esercito libanese è impegnato in una violenta battaglia contro lo Stato Islamico dell’Iraq e Al-Sham (Isis) sulle alture di Ba’albak, nei pressi del confine siriano. L’esercito libanese ha colpito le postazioni dei terroristi dell’Isis con una raffica di proiettili

Iran: solo Assad può sconfiggere i terroristi in Siria

di Il faro sul mondo Il consigliere per gli affari internazionali del Leader supremo Khamenei, Ali Akbar Velayati ha sottolineato il continuo sostegno del suo Paese alla Siria nella lotta contro il terrorismo, ed ha sottolineato che il presidente Bashar al-Assad è l’unico che

L’Islamofobia è uno strumento politico

Quando, nel 2006, le caricature blasfeme contro l’Islam pubblicate su un giornale danese causarono 205 morti, l’allora Segretario Generale dell’Organizzazione per la Cooperazione Islamica Ekmeled Ihsanoglu fece visita al responsabile delle relazioni estere dell’Unione Europea, Javier Solana. In quel momento la posizione ufficiale della

Il Senato USA approva legge per processare Arabia Saudita. E Soros si butta sull’oro

17 maggio 2016  – Da Claudio Messora Il Senato americano ha votato all’unanimità una legge che consentirà ai sopravvissuti dell’11 settembre, a chi ha subito danni materiali e alle società assicurative di denunciare l’Arabia Saudita. La legge ha preso il nome di JASTA, “Justice Against

L’Ira torna a fare paura

L’Esercito Repubblicano Irlandese (IRA) torna a fare paura. Il governo di Londra, infatti, ha alzato il livello di allerta da “moderato” a “sostanziale”. L’ultima volta era accaduto nel 2010, poi abbassato due anni più tardi. Secondo quanto riporta la BBC l’innalzamento è stato imposto

Bancarotta, l’Europa lotta per salvare i terroristi ad Aleppo

Ziad Fadil, Syrian perspective, 1/5/2016 Fin dall’inizio del conflitto nel marzo 2011, l’occidente e i suoi mille scimmieschi burattini come Arabia Saudita, Qatar ed Emirati Arabi Uniti, erano intenzionati ad occupare una delle principali città della Siria per insediarvi un potere concorrente nel Paese

I sarti dello Stato Islamico

Daesh (ISIS) non è solo un gruppo terrorista, è un proto-stato, come lo ha definito il ministro degli Esteri spagnolo, José Manuer García-Margallo. Per questo motivo, oltre a reclutare combattenti stranieri, occorre armarlo, equipaggiarlo, vestirlo, per fare in modo che  possa sembrare un vero esercito.

Il generale El Sisi: la nuova prostituta di Casa Saud

Nonostante i tentavi dei mass media italiani – soprattutto quelli legati a certi ambienti che possiamo definire patriottardi – d’imbellettarlo, il regime egiziano del generale El Sisi, giorno dopo giorno, mostra il suo vero volto. Inutile girarci attorno sventolando lo spauracchio dell’Islam politico: siamo

Daesh e la mano ‘’invisibile’’ di Israele

Gli attentati (neo)jihadisti di Bruxelles hanno scatenato – com’era prevedibile – una paranoia securitaria che ha praticamente invaso tutti i paesi europei. I corrottissimi governi, indottrinati dalle logiche Nato, non hanno potuto fare a meno di cogliere la palla al balzo. Il Ministro degli

COME SI FABBRICA UN TERRORISTA

Quando avanzi una proposta di budget per un’agenzia di pubblica sicurezza, un’agenzia di intelligence, non chiedi i soldi dicendo “Abbiamo vinto la guerra al terrore e tutto va bene”, perché per prima cosa ti dimezzerebbero il budget. Hai presente il motto di Jesse Jackson,

Terrorismo, suggerimenti per gli inquirenti di Bruxelles (e di Parigi)

Telecamere, esercitazioni e singolari coincidenze simboliche. Alcune indicazioni d’indagine per l’ennesima strage 1. Sarebbe interessante sapere come mai non è stato possibile, fino ad ora, vedere le registrazioni delle telecamere di sorveglianza delle zone in cui sono avvenute le esplosioni all’aeroporto Zaventem. Quello che il

Siria, ennesimo attacco con armi chimiche condotto dall’Isis

di Redazione Lunedì l’Isis ha lanciato l’ennesimo attacco con armi chimiche sull’aeroporto militare di Deir Ezzor, anche questo, come i tanti altri precedenti, respinto dalla guarnigione siriana che ha inflitto gravi perdite agli assalitori. Oltre a diversi camion bomba intercettati e fatti esplodere dai difensori

IL TERRORISTA DELLA BASE NATO ACCANTO

Salah, l’attentatore di Parigi, viene catturato praticamente a casa sua. I sagaci analisti notano la somiglianza con quanto accade con i boss mafiosi, che diventano primule rosse standosene tranquillamente a casa loro. Come i mafiosi, anche i terroristi preferirebbero rimanere in un territorio a

Giordania contro Turchia. “Esporta terroristi in Europa”. Asse con Russia?

30 marzo 2016, di Laura Naka Antonelli ROMA (WSI) – L’accusa è arrivata direttamente dal re Abdullah di Giordania: la Turchia, a suo avviso, sta esportando deliberatamente terroristi legati all’Isis in Europa. Le dichiarazioni del monarca sono state rilasciate in occasione di una riunione

Strategia segreta del terrore

«Il nemico oscuro che si nasconde negli angoli bui della terra» (come lo definì nel 2001 il presidente Bush) continua a mietere vittime, le ultime a Bruxelles e a Lahore. È il terrorismo, un «nemico differente da quello finora affrontato», che si rivelò in

Terrorismo, vince ancora una volta il potere

A uscirne vincitore è sempre il potere. Non v’è dubbio. Anche questa volta, la versione ufficiale è lacunosa: non convince, se non quelli che già sono convinti e i tanti che sono disposti a credere a quanto vedono sugli schermi televisivi, sulle pagine dei giornali

Chi ci minaccia veramente?

Come si fa a giustificare la guerra se non c’è un nemico che ci minaccia? Semplice, basta inventarlo o fabbricarlo. Ce lo insegna il generale Philip Breedlove, il capo del Comando europeo degli Stati uniti che sta per passare a un altro generale Usa

BREAKING NEWS ESCLUSIVA: CATTURATO DAI CURDI SIRIANI, LA “MENTE” DEGLI ATTENTATI DI BRUXELLES COINVOLGE ERDOGAN

DI NAHED AL HUSAINI Ogni cento rifugiati un terrorista ed ogni tre terroristi un attentatore suicida dell’ISIS, pronto a morire dietro comando turco Le forze popolari curde che combattono in Siria hanno oggi [24 Marzo] catturato un alto funzionario dei Servizi Segreti turchi che, “sottoposto

UN ALTRO PASSO VERSO GLI STATI UNITI D’EUROPA

DI ALCESTE Di fronte agli attentati di Bruxelles mi assale un sentimento abissale di stanchezza e sconforto. L’ondata che seguirà alle stragi sommergerà, definitiva, le nostre vite. Non abbiamo scampo, evidentemente. La retorica del regime ha già sentenziato: “più Europa”. E così sarà. Le quadrate

Attentati di Bruxelles

Dopo la prima analisi a caldo, sono due gli aspetti degli attentati odierni che non si possono non notare: il primo è che le bombe di Bruxelles sono esplose a soli tre giorni dall’arresto di Salah, l’ormai nota “primula rossa” degli attentati del Bataclàn.

Bombe e addestramento dei piloti aerei, così l’Italia aiuta i sauditi finanziatori dei terroristi

24 marzo 2016. – (Francesco Gori) – Dopo le bombe fabbricate in Italia e destinate a creare morte nello Yemen, l’Arabia Saudita riceverà un nuovo aiuto da Roma. E’ stato infatti siglato un accordo tra i due governi che prevede l’accesso di piloti della

Bruxelles 2016: verso il terrorismo surrealista

L’evento si è già tinto di surreale, come peraltro ormai accade regolarmente con fatti del genere nel Mondo Nuovo dell’Occidente. Ecco la lista giovedì 24 marzo 2016 roberto.info di Roberto Quaglia. Può darsi che sia ancora presto per trarre giudizi conclusivi sugli attentati terroristici

Arcivescovo siriano sulle stragi di Bruxelles: purtroppo l’Europa raccoglie ciò che è stato seminato

23 marzo 2016. Nelle stragi di Bruxelles, dopo quelle di Parigi, “purtroppo la popolazione innocente raccoglie anche quello che circoli e poteri europei hanno seminato in Siria e Iraq negli ultimi anni”. E’ questa l’amara riflessione sui tragici fatti della capitale belga che l’Arcivescovo

Il Belgio, l’ISIS e l’incubatrice saudita

Bruxelles è la centrale europea di svariate organizzazioni terroristiche internazionali. Tra queste, l’ISIS è la meno pericolosa  giovedì 24 marzo 2016 megachip.globalist.it di Simone Santini. Questi due articoli che vi proponiamo uno di seguito all’altro provengono da fonti diverse ma raccontano perfettamente il prima

Perché non colpiscono mai un qualunque palazzo del potere economico?

mercoledì, 23, marzo, 2016 Una piccola considerazione in relazione a ogni attentato terroristico ad uso e consumo di chiunque ragioni in modo autonomo: visto che il reperimento di armi (per esempio di lanciamissili terra/terra cosiddetti intelligenti. Da noi sono almeno 20 anni che ne

Rapimento Moro, nuove carte mostrano che l’allarme lanciato dai palestinesi non riguardava il presidente della Dc /1

di Marco Clementi e Paolo Persichetti Il 20 aprile 1978, in pieno rapimento Moro, un ex appartenente ai Servizi di sicurezza del Venezuela fornisce al Sismi informazioni su due riunioni segrete tenute a Madrid e poi a Parigi nei primi mesi del 1978 sotto

Noam Chomsky: “Continuiamo ad ignorare chi e come ha creato l’Isis”

La ‘guerra al terrore’ degli Usa genera terroristi devoti più in fretta di quanto uccida le persone sospette. La guerra al terrore ha ora assunto la forma di una campagna bellica globale totale. Nel frattempo, le cause reali della nascita e della diffusione di