Capitalismo Archive

PRIMAVERA EGIZIANA: COME FINI’ IL LORO ALLEGRO TRASTULLO

da Gianluca Freda Sabato 07 Gennaio 2012 15:17   COME CONQUISTARE L’EGITTO SENZA SFORZARSI TROPPO di Keith Johnson dal blog Revolt of the Plebs traduzione di Gianluca Freda Il mese scorso, la polizia egiziana ha fatto irruzione negli uffici di 17 dei cosiddetti “gruppi per la democrazia

USA e Israele alle grandi manovre, obiettivo Teheran

Di Antonio Mazzeo Blog “Saranno le esercitazioni più imponenti della storia dell’alleanza militare tra Stati Uniti d’America ed Israele e vedranno schierati decine di batterie missilistiche, cacciabombardieri, tank, sistemi radar, unità navali e migliaia di soldati provenienti dai reparti d’élite dei due Paesi. Da

Truppe USA-NATO rilevate sul confine della Giordania con la Siria

Kurt Nimmo Infowars.com Al-Mafraq e il confine Giordania-Siria, dove si dice che le truppe siano posizionate. L’informatore attivista Sibel Edmonds ha riferito Domenica che “gruppi militari stranieri, stimati in centinaia di individui”, hanno assunto posizione nella città di al-Mafraq nella Giordania settentrionale, al confine siriano. Il

Il Declino degli Stati Uniti

Nel numero dell’estate 2011 della rivista dell’Accademia Statunitense di Scienza Politiche, leggiamo che è un “tema comune” che gli Stati Uniti, che “solo pochi anni fa erano salutati come quelli che, a passi da gigante, sopravanzavano il mondo da colossi, con un potere senza

I padroni del mondo: Group of Thirty

Da oltrelacoltre Di Italo Romano Leggendo l’ultimo scritto di Barnard, vengo a conoscenza dell’esistenza dell’ennesimo gruppo elitario. Faccio ammenda, nonostante sia uno dei temi che affronto e studio maggiormente, ne ero completamente all’oscuro. Il suo nome è Group of Thirty (G30), ovvero Gruppo dei Trenta. Sul

Il capitalismo si sta giocando i giovani meridionali

di Nicola Zitara FORA (30 novembre 2009) E’ dal 1750 che in Europa la popolazione contadina diminuisce a favore dell’Industria e dei Servizi. A questo movimento ha contribuito il progresso tecnologico, che ha determinato il passaggio  dalla organizzazione feudale, noncurante rispetto al tema della produttività del lavoro,

Gli esperti del narcotraffico e la questione afghana

Da byebyeunclesam Da un’intervista a Sandro Donati, già consulente del Ministero della Solidarietà Sociale, direttore scientifico delprogetto Narcoleaks, che raccoglie un gruppo di ricercatori volontari italiani impegnati nel monitoraggio dei dati relativi alla produzione e al commercio di droga a livello globale. La recente diffusione di

Unione Europea a stelle e strisce

Da Rivista.Indipendenza UNIONE EUROPEA A STELLE E STRISCE -Integrazione economica e militare europea nelle strategie USA- L’Unione Europea come futuro antagonista imperialista degli Stati Uniti? È una tesi che riscuote consenso in larghi settori dell’estrema sinistra e dell’estrema destra. Certo, i primi auspicano soprattutto un’inversione

L’Occidente, recluso nella gabbia dei suoi deliri di onnipotenza

  fonte: Stato&Potenza Siamo ancora nella fase unipolare dell’ordine internazionale, tuttavia si percepisce ormai l’aria dell’imminente cambiamento. Anche se a volte, forse per un pregiudizio immotivato, fatichiamo a rendercene pienamente conto, il dominio imperialista degli Stati Uniti si sta sgretolando giorno dopo giorno. Basterebbe registrare

TEMPO DI SALDI AL DISCOUNT ITALIA?

Da Voci dalla Strada Per decenni l’Italia è stata un Paese a “sovranità limitata” con una politica estera e di Difesa coordinata e in molti casi imposta dai nostri principali alleati e soprattutto dagli statunitensi. Dal dopoguerra non era però mai successo che il

La Henry Jackson Society di Londra pubblica il suo piano per l’invasione della Siria

L’OCCIDENTE NON NASCONDE LE SUE INTENZIONI La Henry Jackson Society, un think tankdell’imperialismo liberale britannico, ha appena pubblicato il suo piano per una invasione anglo-americana della Siria. 1 GENNAIO 2012 Una simile operazione, per la realizzazione della quale Londra si sta molto impegnando, precipiterebbe il mondo

La decrescita secondo i banchieri

di Mario Pezzella Dovremo subire una nuova rivoluzione passiva, dopo quella che ha colpito il terminefederalismo, e sentiremo parlare di decrescita da parte dei nuovi poteri? Una decrescita ridotta alla miseria condivisa da quasi tutti e all’arricchimento folgorante di pochissimi? Nel suo significato originario, decrescita non

La Rivoluzione USA in Russia e le sue conseguenze.

di Corrado Belli Alcuni mesi fa scrissi un articolo sulla visita del Vice presidente degli Usa in Russia nella quale dopo aver incontrato Putin e Medvedev, incontrò anche i Partiti dell’opposizione capitanati da Garri Kasparov (Alias Weinstein) ex campione mondiale di scacchi, già in

La Libia, gli Stati Uniti e l’Islamismo

UN ARTICOLO DI GIORDANO MERLICCO Washington provera’ a indurre i futuri governi islamisti nordafricani a confermare l’allineamento dei precedenti. E gli islamisti potrebbero garantire un consenso sociale che né Ben Ali né Mubarak potevano assicurare. 6 DICEMBRE 2011 Durante gli anni in cui è

GORBACIOV: LA BRANDINA CHE DIVENNE UN BRAND

Gianni Petrosillo Tra pochi giorni (26 dicembre del 2011) ricorreranno i vent’anni dalle dimissioni di Gorbaciov (26 dicembre 1991) che decretarono lo smembramento ufficiale dell’URSS e la salita al potere degli ubriaconi incaricatisi di trasformare quella che era stata una grande e temibile potenza

PORRE FINE ALL’ECONOMIA INDUSTRIALE È UN ATTO MORALE?

DI GUY MCPHERSON Transitionvoice.com Le persone spesso mi accusano di avere una condotta inappropriata perché credo che porre fine all’economia industriale sia una buona idea. È interessante notare come alcune di queste persone sembrano preoccuparsi della moralità delle grandi banche nel momento in cui

A Che Punto è il Percorso Verso la Dittatura?

Intro – Viator Il video che vado a proporre quest’oggi è fra quelli che meritano decisamente di essere visti. Si tratta di una conferenza tenuta giorni fa dalla giurista Solange Manfredi, orazione nella quale con grande lucidità e concretezza sono descritti gran parte dei meccanismi attraverso cui

L’interferenza degli Stati Uniti nella crisi elettorale in Russia

Le autorità russe non si sono esentate dal puntare il dito contro le interferenze statunitensi nel controverso processo elettorale in Russia. Dopo aver denunciato le dichiarazioni fuori luogo di Hillary Clinton, hanno sottolineato il finanziamento da parte dell’agenzia governativa USAID all’organizzazione “Golos”, responsabile del

Strutture di potere- Borghesia e Chiesa

Di Tonguessy Alla borghesia le questioni teologiche e metafisiche interessano solo di rimessa. L’unica cosa che le stia veramente a cuore è il capitale ed il mercato che lo sostiene, per via dei privilegi che offre alle elites mercantili e finanziarie. La guerra che

L’Europa e la Nato provocano la Russia

Fonte: stampalibera.com L’Italia e il resto dell’Europa sono terrorizzati dai media di Regime, da voci che annunciano, auspicano alla fine, un imminente crollo dell’euro. Nel frattempo parte la guerra mediatica di aggressione conto la Russia, colpevole di aver di nuovo nazionalizzato la più grande

Capitalismo, tecnologia, ambiente

Di E.R. Il marxismo è spesso accusato di cecità in relazione agli effetti devastanti del capitalismo sull’ambiente naturale. Nella maggior parte dei casi, il marxismo è ritratto dai suoi critici e da molti dei suoi sostenitori, con una teoria che sostiene il trattamento e

Neopatriottismo globalista

Salvano l’Italia o l’elite globalista che l’ha affossata? Tito Pulsinelli C’era una volta un mondo fantastico percorso -in proporzioni industriali- da liberi flussi di magnetico ed elettronico denaro e da armonici tsunami di mercanzie, fisiche e no. Sembrava che tutti vivessero felici e contenti, stando al sermone dei

Il saccheggio permanente dell’Africa

Nel disegno a lungo termine dell’elite dominante l’intera Africa è destinata al saccheggio permanente delle sue riserve di materie prime e all’esportazione forzata dei prodotti alimentari per il consumo di tipo occidentale. Questo disegno è talmente trasversale che tutti gli attori dello scontro geopolitico, pur con

La fedelissima portaerei nel Mediterraneo

L’Italia ritorna ad essere una colonia, di Andrea Fais “La fase internazionale di pieno fermento che stiamo vivendo è quasi in netto contrasto con la situazione italiana, che invece sembra decisamente avviarsi verso un rapido declino. L’insediamento del nuovo governo tecnico ha messo in chiaro

DALLE PENSIONI SI SPREME ASSISTENZIALISMO PER BANCHIERI

Di comidad Molti commentatori hanno notato che la presenza di esponenti di Banca Intesa San Paolo nel governo Monti configura alcuni evidenti conflitti d’interessi, in particolare nel settore delle infrastrutture, data la partecipazione della banca al business dell’alta velocità. Un aspetto che invece è

IL SISTEMA ECONOMICO IL GRANDE CORRUTTORE

Di Gianni Tirelli “Sia la politica che la criminalità organizzata, agiscono per conto dell’imprenditoria; l’una legiferando e l’altra, intimidendo, ricattando e, in fine, sparando”. Le democrazie confessionali liberiste hanno fatto di ogni cosa un business, che sia di natura materiale, economica, sessuale, psicologica, morale,

Come l’Occidente ha fatto man bassa in Libia

Il Ministero francese della difesa ha affermato che lo hanno preso con un aereo da combattimento Rafale che ha sparato sul convoglio. Il pentagono dice da parte sua che lo hanno preso con un Predator che ha lanciato un missile Hellfire. 23 OTTOBRE 2011 Dopo che il

THE SHOW MUST BE STOPPED – TORNIAMO A CASA !

Da oltrelacoltre di Gianni Tirelli All’attenzione di; Barack Hussein Obam – David William Cameron – Nicolas Paul Stéphane Sarközy – Angela Dorothea Merkel – Mario Monti – Vladimir Vladimirovi? Putin – Wen Jiabao – Manmohan Singh – Sven Olof Joachim Palme – Julia Gillard

“LA CRISI E L’UNIONE EUROPEA: CONFLITTO D’INTERESSI O SOLO INTERESSI ?”

DI DIEGO DEL PRIORE              eurasia-rivista.org Da un lato stiamo riducendo il potere degli Stati e del settore pubblico attraverso privatizzazioni e deregolamentazione … Dall’altro stiamo trasferendo molti poteri dei governi nazionali ad una struttura più moderna a livello europeo.

L’OCCUPAZIONE MILITARE DELL’AMERICA DA PARTE DEI TRADITORI AL SEVIZIO DEI BANCHIERI

di Saman Mohammadi The Excavator “Se la Tirannia e l’Oppressione verranno in questa terra, sarà in veste di lotta contro un nemico straniero”. – James Madison. “Le istituzioni militari cresciute a dismisura sotto qualsiasi forma di governo sono nefaste per la libertà, e devono

La Commissione Trilaterale e i suoi membri italiani

Da oltrelacoltre di Italo Romano Oltre la Coltre La Commissione Trilaterale è un think tank non governativo, un gruppo di interesse di orientamento neoliberista fondato nel 1973 da David Rockefeller, presidente della Chase Manhattan Bank, e da alti dirigenti mondiali, i soliti noti, tra

The walking dead: il nuovo ordine finanziario del debito

ilgraffionews La lotta anticapitalista che si combatte oggi sul terreno occupato dall’Alta finanza e dalla Grande Usuraha oramai raggiunto dimensioni continentali. A fronte di questa eccezionale accelerazione, il primordiale equilibrio mantenuto artificialmente in vita al tavolo del banchetto geopolitico di Yalta in una valutazione piùcomplessiva della contesa mondiale ha subito un sostanziale mutamento, politico ed economico: l’Urss si è liquefatta, gli Stati Uniti sono

Non ci sono complotti, solo strategie

Di Alessio Mannino E’ desolante constatare come in Italia si liquidino i fatti scomodi, che disturbano il coro unanime della propaganda mainstream, come teorie di paranoici cospirazionisti. Riesumando persino, in chiave sarcastica, il “complotto demo-pluto-giudaico-massonico” di fascista memoria. Succede in questi giorni a quanti osano

I giorni dell’Iran

Barack Obama, premio Nobel per la pace, ha dichiarato di “non escludere un attacco militare all’Iran”. Il presidente israeliano Shimon Peres, premio Nobel per la pace, ha affermato: “L’attacco all’Iran è sempre più vicino”. Perchè non diamo anche un bel premio Nobel per la pace, alla

La più grande ingiustizia al mondo

Se vi hanno raccontato che quello del professorissimo Mario Monti sarebbe dovuto essere il governo del futuro e del cambiamento, ma Openpolis vi ha svelato che è il più vecchio della storia della repubblica italiana e dei Paesi dell’UE; se avete creduto che sarebbe stato il governo del miracolo e della