Cambiamenti climatici più pericolosi della crisi: una nuova potenziale Grande Recessionesi prospetta per gli Stati Uniti per i decenni a venire, con ripercussioni sul mondo intero, se le Nazioni non riusciranno a contenere le emissioni e a frenare il riscaldamento globale. Queste, in sintesi, le conclusioni dell’ultimo report di NextGen, che prevede un futuro incerto per le prossime generazioni.

Le previsioni elaborate da NextGen arrivano a conclusioni veramente preoccupanti: i cambiamenti climatici potrebbero far perdere agli americani tra i 20 ei 30 anni migliaia di miliardi di dollari di guadagni potenziali, con effetti sull’economia di tutto il pianeta. Per citare un esempio, scrive NextGen, una laureata di 21 anni di oggi potrebbe perdere 126 mila dollari di stipendio e 187 mila per via indiretta (risparmi, investimenti).

Non solo ambiente dunque:  la riduzione delle emissioni di gas serra sembrano più che mai l’unica via da seguire se si vuole evitare il disastro economico. “Il riscaldamento globale può essere la più grande minaccia per la vita di un’intera generazione” ha dichiarato Tom Steyer, presidente fondatore di NextGen.

L’Europa a questo proposito ha recentemente presentato un pacchetto di misure per accelerare la transizione verso la riduzione delle emissioni di carbonio in tutti i settori dell’economia, con obbiettivi annuali, vincolanti per tutti gli Stati membri (con variazioni da Paese a Paese), che include azioni per il periodo 2021-2030 nei settori dei trasporti, dell’edilizia, dell’agricoltura, dei rifiuti, dell’uso del suolo e della silvicoltura.

Saremo in grado di invertire la tendenza prima che sia troppo tardi?

Roberta De Carolis

 

FONTE: Greenbiz

Commenta su Facebook