Un database per calcolare l’impatto ambientale dei prodotti di largo consumo: è stato messo a punto in Francia dall’ADEME (Agence de l’Environnement et de la Maîtrise de l’Energie).

Calcolare l'impatto ambientale dei prodotti

Molti consumatori si pongono il problema dell’impatto ambientale dei prodotti che comprano e in Francia la sensibilità è evidentemente tale che l’Agenzia per l’Ambiente ha messo a punto uno strumento per calcolarlo.

L’ADEME (Agence de l’Environnement et de la Maîtrise de l’Energie) ha elaborato il dabase IMPACTS®: raggruppa secondo degli indicatori precisi (esaurimento delle risorse non rinnovabili, gas a effetto serra, ecotossicità acquatica e acidificazione) i dati sull’impatto ambientale di tutto quello che concerne la produzione e il consumo di un prodotto finito: l’elettricità, il calore, l’acciaio, i tessuti, la plastica, i trasporti, i componenti dell’imballaggio, etc., per i principali prodotti di largo consumo venduti in Francia.

Questi dati verranno utilizzati da differenti sistemi di calcolo sia per informare i consumatori (etichette ambientali) sia per migliorare le caratteristiche ambientali dei prodotti (ecosostenibilità).

Sono disponibili diversi strumenti di calcolo (uno tra questi Bilan Produit®) complementari al Database IMPACTS®> che permettono di calcolare gli impatti ambientali di prodotti di diverso tipo (televisori, scarpe). Il Database IMPACTS® definisce anche le regole per il calcolo dell’impatto ambientale di prodotti finiti per le grandi categorie come l’abbigliamento, i mobili, l’alimentazione, i detergenti, i cosmetici, sulla base delle informazioni fornite dagli industriali.

di Beatrice Salvemini
Commenta su Facebook