NEW YORK (PRESS TV) – Nuovo incredibile particolare sull’11 Settembre rivelato dal giornalista americano Mark Glenn.

Il cronista e scrittore dello Stato dell’Idaho ha rivelato nella trasmissione The Debate alla rete satellitare Press TV che “cinque spie israeliane vennero arrestato nella mattina dell’11 Settembre dopo essere stati identificati nelle vicinanze del fiume al Liberty State Park, in New Jersey, perchè si erano appostati ed avevano filmato il crollo delle Torri (gemelle)”. Glenn aggiunge: “Quelle cinque spie vennero velocemente mandate in Israele dall’allora segretario della Sicurezza nazionale Micheal Chertoff, ma egli stesso ammise in seguito alla tv israeliana che erano spie del Mossad inviate per documentare l’evento”. “Circa 200 agenti del Mossad vennero arrestati prima e subito dopo l’11 Settembre, e tutti loro hanno fallito nel test della macchina della verità…avevano tutti ricevuto un addestramento militare ed avevano con se particolari sistemi elettronici e maneggiavano esplosivo e questi individui sono stati tutti rispediti in Israele”, ha ricordato ancora Glenn.

Link originale in inglese: http://www.presstv.ir/detail/2013/09/12/323517/too-many-holes-in-us-911-narrative/

Commenta su Facebook